SINOSSI

Un romanzo a metà tra saggio e finzione, che cerca di comprendere le motivazioni che portano al collasso sociale, culturale e religioso della società occidentale. Una guerra ambientata nel XXI secolo combattuta da due blocchi che rappresentano la quasi totalità dell'umanità ad eccezione di alcuni territori rimasti neutrali. Una guerra religiosa che ha come obbiettivo la distruzione della cristianità e del rappresentante di Cristo sulla terra.
Il romanzo inizia in una Roma ormai silenziosa sede del Papato. Un viaggio continuo alla ricerca incessante della scoperta caratterizza il romanzo, avvenimenti densi di mistero e legati da drammatiche scoperte lo caratterizzano.
Racconti dove i protagonisti si trovano di fronte alle proprie paure e più si avvicinano a loro più si ritrovano oltre il limite.
Il lettore viene catapultato all'interno della storia, insieme ai protagonisti di cui si sentirà far parte.
Molti sono i momenti di emozione insieme a momenti di suspense.
Le descrizioni fatte dall'autore sono precise e dettagliate, i personaggi vengono presentati a 360 gradi. Niente è lasciato al caso, tutto è molto preciso e curato.
Numerosi i messaggi comunicati tra le righe.
Racconti dove fantasie e realtà si mescolano come nella vita reale. Frammenti di vita che si mescolano, emozioni e sensazioni che trapelano insieme a scenari minacciosi. Il tempo sembra scorrere dando la sensazione di un continuo mescolarsi tra sogno e realtà.
Una serie di situazioni si incroceranno nelle varie vite dei personaggi, ricche da tutti i punti di vista.
Il punto forte del romanzo non è la tensione ma la deduzione e la capacità intuitiva.
Lo stile è scorrevole e lineare, i pensieri e le riflessioni incantano il lettore, nonostante le ampie descrizioni lo stile rimane semplice tanto da adattarsi senza alcun problema ad ogni genere di pubblico.
Tutto viene descritto con cura meticolosa, man mano che il testo scorre i dialoghi tra i personaggi diventano sempre più fitti e
rivelano il carattere di ognuno di loro frutto di esperienze passate e di vissuto che riecheggiano nel testo.
La trama è legata da un unico filo conduttore, ed è portata avanti in modo da ottenere il massimo sviluppo, senza tralasciare nulla.
Il tutto è sempre accompagnato da quel particolare e personale modo di sentire.

AUTORE

Marco Gardin è nato a Verona il 13/10/1970.
A diciott'anni è entrato, come pilota, in Accademia Aeronautica Militare di Pozzuoli (NA) che ha frequentato per 2 anni.
Laureatosi in Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano, oggi lavora come Ingegnere Informatico. E' sposato con Franca ed ha due splendidi figli: Karina di 9 anni e Maksim di 3.
Oltre ad essere appassionato di Fantascienza, Storia, Modellismo e Viaggi, Marco ama la montagna e le sue passeggiate, soprattutto se fatte con la famiglia.
Il libro "Il sorgere del sole" è dedicato alla sua famiglia e soprattutto a sua moglie che lo ha sempre sostenuto nei momenti di difficoltà.