Una cartolina di precetto. La quotidianità travolta da un conflitto di cui non sapeva nulla. La paura di morire e la voglia di tornare a casa. La storia di un uomo semplice nel mezzo del più grande evento bellico del ventesimo secolo. Il dramma della Seconda guerra mondiale negli occhi di un attore non protagonista.

Gabriele Babini, radici romagnole vive e lavora a Bruxelles. "Un soldato semplice" è il suo romanzo d'esordio.

Scoprilo su Facebook

Sito web