Anno del Signore 1503. Nel castello di Gorizia un mercante veneziano viene trovato strangolato nella sua stanza. Il gastaldo di Gorizia vuole fare luce sul delitto e incarica dell'indagine Tiberio di Castro, speziale romano in esilio. Affiancato dalla figlia della vittima, l'affascinante e colta Isabella, e da un misterioso frate, Tiberio inizia un'indagine che lo porta sulle tracce di un'antichissima civiltà. Per dare giustizia alla vittima e recuperare il prezioso manoscritto, lo speziale dovrà fronteggiare le incursioni dei turchi e sconfessare falsi demoni, in un'avventurosa fuga lungo le coste dell'Istria fino alla Repubblica di Venezia. Nel frattempo a Roma muore il papa maledetto, Alessandro VI, e una forza oscura prepara la strada al compimento di un'inquietante profezia.