Dal romanzo:

"Si dice che se mettete una rana in un bollitore pieno di acqua fredda e alzate la temperatura dell'acqua di un grado alla volta, lentamente, molto lentamente, arriverete a lessare la rana senza che lei se ne renda conto o cerchi di scappare dal bollitore. Forse, a pensarci bene, non siamo poi così diversi dalle rane".

Un thriller ironico e brillante ambientato nella Bassa, in una provincia malata dei mali del millennio: un ragazzo in cura da anni per una grave depressione scompare, il suo psicoterapeuta, per ritrovarlo, si trova a vestire i panni di un Coliandro-Callaghan in coppia con una bella e schizzata ventenne. Presto si capisce che il giovane sparito nel nulla ha urtato interessi più grandi di lui, scoprendo la truffa che sta dietro ad una famosissima trasmissione televisiva. Mentre i due "detective per caso" rischiano la pelle, scorre languida la vita della Provincia con i profumi enogastronomici, gli odori del Grande Fiume inquinato, la malinconia delle fabbriche dismesse e dei loschi figuri che si aggirano in quei paraggi per gestire traffici illeciti. Il gangster di turno è un bergamino sospeso tra le radici contadine, la modernità italiana e il mito americano, tanto da farsi chiamare "Johnny il Cowboy"; un altro malvivente, Francesco "Ciccio" Jackpot, dalla periferia del mondo filosofeggia sull'integrazione dei punti di vista tra arabi, olandesi e russi per sferrare il colpo giusto e aggirare la legge con stile. Cosa c'entrano il gioco dei pacchi, una velina che piange all'isola dei famosi, una coppia che balla su una pista stellata, un anziano che si mette in ginocchio a Uomini e Donne, la Ventura e Teo Mammucari con la vita sonnacchiosa e avvolta nella nebbia di una città della Bassa? Lasciatevi lessare lentamente nel bollitore, come il protagonista di questo romanzo, ... e lo scoprirete.

BIOGRAFIA

Nato a Cremona nel 1976, psicologo psicoterapeuta e formatore, svolge da anni attività clinica, di supervisione e di formazione nel territorio cremonese. Scrive per piacere, divertimento e per passione: negli ultimi anni ha pubblicato alcuni racconti su carta ("Catarsi" in "I racconti del Laboratorio", Neropress Edizioni; "Sei lettere" in "256K - 256 racconti da 1024 caratteri" per l'Associazione Culturale Braviautori; "Lo strano caso del marito scomparso" in "Italian noir" e "Una soluzione ecologica" in "I bonsai di Carmilla" per l'Associazione Culturale Carmilla; "L'uomo che premeva il bottone" in "365 racconti sulla fine del mondo", Delos Books; "Il decimo souvenir" in "Falsa testimonianza e altri racconti", Mobydick Editore), altri in raccolte ebook ("Un piccolo regalo" in "Lasciate ogni speranza, oh voi ch'entrate", "L'irresistibile profumo dei bomboloni" in "Un'estate al mare", "La leggenda dell'animale senza nome" in "Pochi istanti prima del sogno", "Giorno 1" in "Andate tutti all'inferno", "La dura vita dei supereroi" in "Dietro la maschera" sul portale di concorsi letterari Braviautori.it).
"La ballata della rana nel bollitore" è il suo primo romanzo.