SINOSSI

Una domenica di giugno, cento anni fa, a Sarajevo, avvenne il fatto che divide nettamente in due la storia del nostro tempo: l'attentato in cui furono uccisi l'arciduca Francesco Ferdinando d'Austria-Este e sua moglie Sophie. Prima di quel giorno, esisteva un mondo che presto sembrò antico. Dopo quel giorno, è già il nostro presente. Se le osserviamo da vicino, quelle ore attraversate da un fato beffardo e inesorabile appaiono gremite di fantasmi, come quello di Rodolfo e dell'Imperatrice Elisabetta, e piene degli ultimi atti e del rovello interiore del personaggio più tragico della Duplice Monarchia, l'Imperatore Francesco Giuseppe, che si inquieta per i funerali del nipote Franz Ferdinand come se tutto il resto (la minaccia di una guerra mondiale) non contasse. Sfila la diplomazia cinica della belle époque, accanto ai ragazzini dell'attentato di Sarajevo, Gavrilo Principe Nedeljko Cabrinovic, in un valzer irresistibile, divertissements di una Vienna fin de siècle. Franz Ferdinand finirà dissanguato sotto i colpi di Sarajevo. Nessuno saprà aprirgli l'uniforme, cucitagli addosso a filo doppio. Ma chi era l'arciduca Franz Ferdinand, il cui assassinio, il 28 giugno 1914, – si continua a ripetere – è stata la scintilla che ha provocato lo scoppio della Prima guerra mondiale?

AUTORE

Roberto Coaloa (Casale Monferrato, 1971) è storico, critico letterario e scrittore, esperto di Risorgimento e Novecento. Docente universitario, autore di saggi dedicati ai viaggiatori dell’Ottocento. Ha approfondito il pensiero del grande scrittore russo Lev Tolstòj, del quale ha scoperto alcune lettere e testi inediti. È studioso degli Asburgo, in particolare dell'ultimo Imperatore Carlo. Dal 2002 collabora al supplemento culturale de «Il Sole 24 Ore». Lo storico (autore della biografia Carlo d'Asburgo l'ultimo Imperatore. Il «gentiluomo europeo» profeta di pace nella Grande Guerra, specialista della storia dell'Austria-Ungheria, con studi sulla K. (u.) K. Kriegsmarine, la Marina da guerra della Duplice Monarchia) indaga in profondità la vita di Franz Ferdinand, scoprendo il suo amore per la civiltà giapponese, il suo buon senso in politica, scovando testimonianze dei contemporanei e documenti inediti.