Giovedì, 23 Gennaio 2020

Dicembre 2019 - L'abbazia di Northanger

Di più
05/12/2019 00:39 #11 da Anna96
Ho iniziato adesso, ho letto il primo capitolo e l'ironia della Austen mi sta già facendo morire dal ridere :laugh: Ho letto ovviamente pochissime pagine, però questa ironia per ora mi sembra molto più marcata e palese di quella che avevamo trovato in "Middlemarch"... Anche la Austen nelle sue opere critica la società di provincia? Chiedo perché non avendo mai letto nulla di suo non so come interpretare questo aspetto del libro

«Questa è la parte più bella di tutta la letteratura: scoprire che i tuoi desideri sono desideri universali, che non sei solo o isolato da nessuno. Tu appartieni»
- Francis Scott Fitzgerald

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
05/12/2019 20:43 #12 da Blache_Francesca
Sì, hai ragione c'è molta ironia. mi piace anche la satira che fa della società in cui vive.
Sono al capitolo 24 e mi piace molto la descrizione delle stanze e corridoi dell'abbazia...
Buon proseguimento di lettura a tutti!!!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
06/12/2019 19:50 #13 da VFolgore72
Io avevo appena finito di leggere il romanzo "Emma" ed era il suo primo romanzo che leggevo. Non mi era piaciuto granché. Questo, a leggere le vostre recensioni, sembra sia davvero bello. Lo ritenere migliore di "Emma"?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
06/12/2019 23:06 #14 da bibbagood

VFolgore72 ha scritto: Io avevo appena finito di leggere il romanzo "Emma" ed era il suo primo romanzo che leggevo. Non mi era piaciuto granché. Questo, a leggere le vostre recensioni, sembra sia davvero bello. Lo ritenere migliore di "Emma"?


Migliore...che cosa significa? Stiamo parlando di libri, è soggettivo, quindi migliore rispetto a che?

Manca sicuramente la profondità con cui sono presentati i personaggi, non hai delle vere e proprie personalità come in Emma, non hai un'evoluzione dei loro caratteri e delle loro relazioni. Non vi sono i dialoghi corposi e arguti di altre opere della Austen., non c'è la presentazione di idee e opinioni; c'è un po' di realtà sognata da parte di Catherine, la protagonista,, ma mi sembra che la maggior parte dei rapporti tra i personaggi siano dati a seconda di come tiri il vento. Prò si, è sicuramente meno "pesante", molto più scorrevole, più dinamico, pur mantenendo comunque l'ironia tipica dell'autrice. Quindi sì, secondo me potresti almeno provarci ;-)
Ringraziano per il messaggio: VFolgore72

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
06/12/2019 23:23 #15 da bibbagood

Anna96 ha scritto: Ho iniziato adesso, ho letto il primo capitolo e l'ironia della Austen mi sta già facendo morire dal ridere :laugh: Ho letto ovviamente pochissime pagine, però questa ironia per ora mi sembra molto più marcata e palese di quella che avevamo trovato in "Middlemarch"... Anche la Austen nelle sue opere critica la società di provincia? Chiedo perché non avendo mai letto nulla di suo non so come interpretare questo aspetto del libro


Yep, la Austen anche è tipica per l'ironia che usa per poter criticare la società di campagnia, caratterizzata nelle sue opere da veri e propri personaggi-simbolo. In particolare, come d'altronde in Middlemarch, la Austen presenta personaggi femminili che pensano, che hanno opinioni, che sanno sostenere e gestire conversazioni e far valere le loro idee e spesso proprio tramite questo "espediente" la Austen trasmette critiche verso la società che ha vissuto, quasi subito, lei stessa. Secondo me qui c'è un meno spessore nei personaggi, ma si ritrovano in ogni caso tratti tipici delle sue opere, come la superificialità di Isabella confrontata con l'ingenuità e la trasparenza di Chaterine, cosi come ad esempio anche nella spacconaggine di John.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
07/12/2019 09:42 #16 da Blache_Francesca
Condivido, ma pur non avendo altri libri suoi tranne Orgoglio e Pregiudizi, c'è secondo me, un viaggio iniziatico, un passaggio dalla fanciullezza all'età adulta. E questi "viaggio" avviene nel percorso fino all'abbazia di Northanger e la visita dell'abbazia.
Cosa ne pensate?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
07/12/2019 21:29 #17 da Ariel
Finalmente sono riuscita ad iniziare L'abbazia di Northanger... Devo dire che mi sembra una Austen diversa, il ritmo del libro è più veloce e in generale tutto dai personaggi ai contenuti mi sembrano più leggeri. Ritrovo la tipica ironia dell'autrice ma per ora a parte apprezzare i suoi interventi in cui si rivolge direttamente al lettore non mi sono ancora appassionata alla lettura. Come Beatrice anche io penso PER ORA, poi magari mi ricredermi che manchi di spessore e profondità, di Catherine conosco solo la sua ingenuità. Penso anche solo ad Emma, personaggio che non ho amato particolarmente, ma di cui l'autrice ci delinea perfettamente la personalità, ci riferisce i pensieri, anche quelli più nascosti. Anche la descrizione dei luoghi PER ORA, non riesce a trascinarmi in quella Bath di fine settecento. Per ora, complice la mia stima per l'autrice continuo la lettura fiduciosa e positiva!

Inviato dal mio TRT-LX1 utilizzando Tapatalk

"...Non importa quanto sia stretta la porta,
quanto piena di castighi la vita,
io sono il padrone del mio destino:
io sono il capitano della mia anima." William Ernest Henley

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
08/12/2019 10:24 #18 da bibbagood

Blache_Francesca ha scritto: Condivido, ma pur non avendo altri libri suoi tranne Orgoglio e Pregiudizi, c'è secondo me, un viaggio iniziatico, un passaggio dalla fanciullezza all'età adulta. E questi "viaggio" avviene nel percorso fino all'abbazia di Northanger e la visita dell'abbazia.
Cosa ne pensate?


Mhm non so, non mi è sembrata una grande evoluzione del suo carattere..... Mi sembra di aver visto anche in questo caso il predominare di azioni e conversazioni dettate dall'entusiasmo del momento, ma non da una vera volontà, da un vero sentimento. Il modo di vivere il suo soggiorno all'abbazia mi sembra molto simile a quello che aveva a Bath: fasi di noia insofferente alternate ad entusiasmo sfranto ("era il pomeriggio più bello che avesse mai vissuto in vita sua", "era la stanza più bella che avesse visto in vita sua e che ci fosse al mondo" ecc ecc). Secondo me in altre opere austeniane l'evoluzione dei personaggi e e delle relazioni tra di loro è più curata ;-) .
In ogni caso Northanger Abbey rimane una lettura molto piacevole, il personaggio di Catherine è diverso per fantasia e impulsività alle protagoniste di altre opere, e anche il voler mettere del mistero o fare del padre di Herny un personaggio che susciti paura sono elementi diversi.
E capisco perchè quando molti di voi lo hanno letto, hanno deciso di fare la condivisa su Udolpho :lol: :lol:

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
10/12/2019 21:35 #19 da Ariel
Comunque l'ironia nei confronti dei misteri di Udolpho mi ha fatto pensare al nostro contemporaneo cinquanta sfumature :)

Inviato dal mio TRT-LX1 utilizzando Tapatalk

"...Non importa quanto sia stretta la porta,
quanto piena di castighi la vita,
io sono il padrone del mio destino:
io sono il capitano della mia anima." William Ernest Henley

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
12/12/2019 20:11 #20 da Anna96
Sono arrivata alla seconda parte, quindi ho letto circa 150 pagine... La storia non mi sta coinvolgendo particolarmente, d'altronde non ci sono grossi avvenimenti e probabilmente non c'è da aspettarseli, però nel complesso il libro si lascia leggere. Un po' forse perché mi incuriosisce molto la figura di Henry Tilney e della sua famiglia in generale, un po' perché lo sto trovando abbastanza divertente con tutta questa ironia che colpisce praticamente ogni elemento del libro :laugh:

Concordo sulla mancanza di una evoluzione sostanziale del personaggio di Catherine che però per ora mi sembra quello più apprezzabile tra tutti quanti (ogni volta che entra in scena mi viene una voglia irrefrenabile di strangolare John :silly: )

Attendo con impazienza l'entrata in scena dell'abbazia !

«Questa è la parte più bella di tutta la letteratura: scoprire che i tuoi desideri sono desideri universali, che non sei solo o isolato da nessuno. Tu appartieni»
- Francis Scott Fitzgerald

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Shoutbox

Avatar di Blache_Francesca Blache_Francesca - 22/01/2020 - 15:13

Inizierò a breve "Il condominio" di James Graham Ballard (genere: fantascienza del presente).Qualcun altro è interessato a questa lettura?

Avatar di Fede95 Fede95 - 21/01/2020 - 14:08

Ahahah wow :D

Avatar di guidocx84 guidocx84 - 18/01/2020 - 21:40

@aleinviaggio: Ovvio... il mio tessssssssoroooooo! :D :D :D :D :D

Avatar di Blache_Francesca Blache_Francesca - 18/01/2020 - 13:35

@Barbaforcuta va bene, allora fammi sapere!

Avatar di aleinviaggio aleinviaggio - 18/01/2020 - 13:27

Firenze sempre autoreferenziale :( :S lol

Avatar di Barbaforcuta Barbaforcuta - 18/01/2020 - 12:47

@Blache_Francesca appena termino "I vagabondi" mi unisco molto volentieri alla lettura di Calvino.

Avatar di guidocx84 guidocx84 - 18/01/2020 - 12:21

Ragazzi stavo facendo un giro tra le varie sezioni di questo sito... a distanza di 10 anni dalla sua realizzazione, ne sono ancora innamorato! :D

Avatar di Blache_Francesca Blache_Francesca - 17/01/2020 - 14:25

Ciao a tutti! Inizierò a breve la lettura di "Il castello dei destini incrociati" di Calvino. Qualcun altro è interessato?

Avatar di Fede95 Fede95 - 16/01/2020 - 10:10

Perfetto :D*

Avatar di manulas82 manulas82 - 13/01/2020 - 01:06

@aleinviaggio si ci sarò ;)

The shoutbox is unavailable to non-members

Ultimi commenti