Giovedì, 18 Luglio 2019

Resoconto dell'incontro di Aprile 2019

Di più
27/04/2019 22:16 - 27/04/2019 23:11 #1 da remembrandt
Disperse le scintille, rinfoderate le spade, gli infuocati argomenti e confronti dell'ultimo incontro dei LeggerMente Letturati presso l'enocaffetteria del Magazzino Scipioni decantano ormai piacevolmente nella memoria, più o meno romana,
dei suoi partecipanti. :cheer: :silly: ;)
Venticinque anni dopo la stesura del Children Act da parte del Parlamento Inglese, nel 2014 vede la luce il romanzo dal titolo della legge omonima dello scrittore sempre inglese Ian McEwan da noi invece tradotto in La ballata di Adam Henry. Il 2017 è invece l'anno di uscita del film omonimo. Ma 1989 quindi. Anno del Children Act che sancisce quali specifiche funzioni attribuire rispettivamente a enti locali, tribunali, genitori, ed agenzie del Regno Unito in materia di tutela della salute e del benessere dei minori. Nello specifico della storia, il minore Adam Henry, bisognoso di cure decisive per la propria vita sotto forma di una trasfusione di sangue, in quanto figlio di testimoni di Geova e quindi per credenza religiosa, si trova a rifiutarne il salvifico apporto medico. La religione dapprima, i genitori poi ed infine la stessa visione più o meno romanticamente martirizzante del ragazzo vedono infatti la trasfusione curativa come impura contaminazione, e la morte, altrimenti di certo incombente, come invece di possibile esempio alla comunità religiosa geovita, oltre che adempimento dei voleri di Dio. Sulla strada della famiglia di cui sopra, a dover deliberare sulle sorti del ragazzo, il personaggio del giudice dell'Alta Corte britannica Fiona Maye. Affettivamente alle corde con il proprio partner, professionalmente a capo della decisione che consentirà la trasfusione e quindi la vita del minore Adam da una parte, ma che dall'altra calpesterà i rigidi e radicati dettami religiosi della famiglia Henry, il giudice Fiona, nello svolgersi del proprio ruolo professionale col ragazzo, si rende responsabile di particolari dimostrazioni empatiche con Adam. Nello specifico, di un bacio e di un episodio di condivisione musicale con un brano suonato nel letto di ospedale dal ragazzo al violino e cantato da Fiona.
E queste dimostrazioni extraprofessionali, nella loro illecita', tra noi del gruppo, sono state materia del nostro iniziale confronto. Continuando però poi con il fatto che non si è ben capito e trovato il cuore del libro o un suo argomento cardine. Altri casi di dibattimento del giudice Fiona, come un caso di separazione di gemelli siamesi, sono infatti nati ma pure decaduti all'inizio del libro. Lo stesso caso di Adam Henry si è esaurito già a metà libro con l'emissione del verdetto. L'atteggiamento di Fiona con Adam, improbabile ed improprio all'inizio come poi molto distaccato in seguito, non si sa come avrebbe potuto essere professionalmente lecito o comunque migliore. La storia affettivamente combattuta nel privato di Fiona col marito, con le esigenze di trasparente infedeltà di quest'ultimo, sono la causa del suo iniziale trasporto con il giovane Adam? Chi porta avanti cosa, insomma? Un libro per molti abbastanza spiazzante quindi. Ma anche piuttosto ben scritto, almeno per qualcuno. O almeno fino circa a metà. Poi non più. Sicuramente, e a detta di praticamente tutti non nella parte del concerto musicale alla fine del libro. Con la percezione dell'esito della storia di Adam aleggiante in maniera poeticamente molto melensa e prevedibile su tutta l'esecuzione al pianoforte del giudice Fiona.
Ma ciò che, se non il libro in se, ha acceso quanto mai seriamente, per quanto sempre in maniera interessante, una parte del nostro dibattito, come accennavo all'inizio.. :cheer: è stato il considerare più o meno retrograda la o le religioni da parte di molti di noi soprattutto in materia di assistenza o meno alla vita, con annesso accanimento terapeutico. Mentre invece per altri o qualcuno rimane, rimaneva, nella discussione, la legittimità di sostenere da parte della o delle religioni, di un parere diverso da quello della scienza medica. Che questo parere fosse pro vita come nella religione cattolica o contro, come nel libro di McEwan, con il rifiuto della trasfusione in oggetto. Da qui, arrivare quindi a parlare del caso italiano di Eluana Englaro, come si può immaginare, è stata questione di poco.
Come anche arrivare o tornare a parlare delle recenti conquiste del testamento biologico, sempre in Italia.
Per quanto invece riguarda la liceità di radicati e radicali convincimenti e/o credenze religiose in determinate situazioni e decisioni mediche, nel rapporto e/o contrasto antichissimo tra fede e ragione, ci è sembrato di raggiungere una vicendevole parità e soddisfazione di pareri, se non tra tutti perlomeno tra molti, nella necessaria legale maggiore età della persona nello specifico caso interessato; ma soprattutto, come forse sembra sia poi anche stato alla radice del verdetto emesso nel libro, anche nella necessaria coscienza e conoscenza di se, ossia sempre dell'interessato.. nella propria e altrui realtà. E cosa dire infine dei tempi di risoluzione, pronuncia di sentenze rispetto alla realtà italiana.. un capitolo a parte...
Insomma un incontro vivo e profondo. Con una piacevole esperienza anche presso il locale votato per l'occasione, che si è particolarmente distinto per un ambiente piacevole, per una gustosa e varia selezione di biscotti e soprattutto per un succo bianco d'uva frizzantino in bottiglia che, per chi lo ha scelto, non pochi se non ricordo male, a rischio di blasfemia.. :silly: :laugh: :laugh: non aveva per una volta nulla da invidiare a scelte invece più alcoliche.
Anche il tempo poi, prima di peggiorare per tutto il pomeriggio tardo e la serata, ci ha assistito nel nostro riprendere le rispettive destinazioni al termine dell'incontro.
Cosa volere di più? B) :P
Sedicesimo incontro di Maggio stiamo arrivando!!!
Per l'incontro, resoconto di Aprile invece, è più o meno tutto.

:-) ;-)
Ultima Modifica 27/04/2019 23:11 da remembrandt.
Ringraziano per il messaggio: guidocx84, aleinviaggio

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
28/04/2019 13:46 #2 da aleinviaggio
Vi odio quando siete così sfrontati da essere produttivi e divertirvi senza di me :(
Ma maggio è dietro l'angolo :evil: :laugh:

"Leggere bei libri ti toglie per sempre il piacere di leggere quelli brutti" - La società letteraria di Guernsey, Mary Ann Shaffer

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
29/04/2019 12:24 - 29/04/2019 12:25 #3 da remembrandt
Ahahah, cosi impari a girare il mondo, viaggiatrice!!
:silly: :laugh: :laugh:

Ma si dai Ale, meno di due settimane al prossimo incontro e aleee, sei di nuovo dei nostri!!
:woohoo: :cheer: ;)
Ultima Modifica 29/04/2019 12:25 da remembrandt.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
30/04/2019 00:06 #4 da guidocx84
Questa staffetta tra responsabile e vice funziona alla grande! Ottimo resoconto come sempre Edo! Grazie per aver condiviso il racconto del vostro quindicesimo (!!!) raduno con noi ;)

"Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi, o, come gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere." Gustave Flaubert

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
02/05/2019 20:12 - 02/05/2019 20:14 #5 da remembrandt
Uhmmmm... :evil: :whistle: Curioso però. Perché pur come secondo referente del gruppo, non mi sono mai sentito particolarmente irresponsabile in nessuno di questi nostri quindici incontri. Sia che come referenti fossimo presenti entrambi, oppure no. ;)
Ultima Modifica 02/05/2019 20:14 da remembrandt.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Shoutbox

Avatar di Fede95 Fede95 - 18/07/2019 - 07:27

! *

Avatar di Fede95 Fede95 - 18/07/2019 - 07:27

Ciao a tutti! Benvenuti e buona lettura ?

Avatar di paolagianella paolagianella - 17/07/2019 - 10:54

... Gruppo di Roma...

Avatar di paolagianella paolagianella - 17/07/2019 - 10:47

Buongiorno a tutti! Ci si incontra ad agosto? Qual è la lettura? Grazie. Paola

Avatar di Fede95 Fede95 - 09/07/2019 - 10:35

Ottimo :D

Avatar di davpal3 davpal3 - 02/07/2019 - 13:07

Il libro è "La vita è altrove" di Milan Kundera. L'incontro è previsto per il 13 luglio alle 16, presso Castel Sant'Angelo. Credo che verrà inserito nel calendario eventi presto.

Avatar di manulas82 manulas82 - 02/07/2019 - 09:31

Buongiorno a tutti, quale sarà il libro da leggere per l'incontro di luglio,del gruppo di lettura di Roma? Grazie :)

Avatar di manulas82 manulas82 - 29/06/2019 - 17:49

@aleinviaggio grazie ?

Avatar di aleinviaggio aleinviaggio - 28/06/2019 - 11:49

ciao! sabato 13 luglio alle 16:00 al parco di castel sant'angelo :) a breve sarà pubblicato anche qui sul sito

Avatar di manulas82 manulas82 - 27/06/2019 - 08:58

Buongiorno, per l'incontro di luglio del gruppo di lettura di Roma c'e' qualche notizia ?? Grazie ?

The shoutbox is unavailable to non-members

Ultimi commenti

  • Il buio oltre la siepe
    Tempovariabile 14.07.2019 00:22
    Ciao a tutti, essendo un'insegnate, ho provato a far leggere il libro ad una mia classe. Tralascio ...
     
  • Un arcobaleno nella notte
    Gianluca88 11.06.2019 18:33
    lo leggero' presto sicuramente. grazie per la recensione
     
  • Un arcobaleno nella notte
    Anna96 09.06.2019 00:11
    Wow grazie mille :oops:
     
  • Un arcobaleno nella notte
    guidocx84 08.06.2019 16:29
    Questo libro finisce dritto dritto nella mia Readlist! Grazie per la tua recensione Anna, fantastica!
     
  • Il buio oltre la siepe
    Graziella 04.06.2019 15:57
    Il romanzo ambientato in un paesino dell'' Alabama non è solo centrato sul loro padre avvocato che ...