Caro lettore, per il Natale del 1891 fu pubblicato a Stoccolma il romanzo di una sconosciuta di trentatré anni: si chiamava La saga di Gösta Berling e la sconosciuta Selma Lagerlöf. Il giorno dopo era famosa. Nel 1909 riceverà il premio Nobel e Marguerite Yourcenar la definirà "la più grande scrittrice dell'Ottocento". Il libro è tuttora annoverato tra i capolavori della letteratura europea. Ma per me non è "solo" questo: La saga di Gösta Berling è il romanzo che per primo mi ha fatto conoscere la magia e il fascino del nord, il più emblematico dell'arte del raccontare e di tutto quello che amo nella narrativa scandinava, che mi ha spinto a diventare editore. Poema epico, raccolta di leggende, saga, racconta le vicende di una stravagante compagnia di bohémien, musicisti, giocatori e bevitori "allegri, spensierati, eternamente giovani" su cui domina la figura di Gösta Berling, il seducente prete spretato, bello come un dio greco, che irradia avventura e gioia di vivere, ma destinato a suscitare amori fatali e sventure. Una storia di perdizione e redenzione che accetta il male come il bene, le più alte aspirazioni e gli impulsi autodistruttivi, un mondo illuminato dall'amore e immerso in una natura incantata. È un libro che "brucia", dice ancora la Yourcenar, di un'immaginazione ardente, uno dei romanzi su cui costruiamo i "castelli imperituri del sogno e della fantasia".

Quello che incanta in questo libro, oltre alle descrizione di personaggi particolari, è l'ambiente in cui si svolge, una zona della Svezia al tempo particolarmente povera. Il romanzo, ci fa conoscere modi di vivere e pensare di una cultura tipicamente del Nord e abbastanza diversa dalla nostra, di quell'epoca. Unitevi alla Community! Leggete con noi questo Libro del Mese. Vi aspettiamo sul Forum per parlarne.

Autore Selma Lagerlöf
Editore Iperborea
Pagine 542
Prezzo di copertina 19,00 €
Prezzo e-book 8,00 €
Categoria Azione - Avventura