Il viaggio, il vagabondaggio per il mondo, è qui che si collocano le storie raccolte in questo libro. Lo scrittore narra le vicende di personaggi anonimi e marginali incontrati per il mondo, uomini e donne che hanno in comune l'aver fatto della propria vita una forma di resistenza. Un amico cileno che ha diretto la rivista Analisis, prima barricata della lotta contro Pinochet. Un cantante che ha partecipato alla Primavera di Praga. Un cameraman olandese ucciso dall'esercito del Salvador. Uomini che non hanno mai sperato di uscire dai margini, ma che per una volta sono affiorati, con le loro storie, dal buio dell'oblio. Come le rose che, in un solo giorno dell'anno, ricoprono il deserto di Atacama.

Ci sono personaggi storici che restano impressi nella memoria collettiva come simbolo di un movimento o di una rivoluzione. Sepúlveda ci vuole raccontare l'altra faccia della medaglia: gli eroi invisibili, potremmo definirli. Quelli che, senza essere visti e tantomeno ricordati, hanno dato la loro vita per il bene comune mettendosi a disposizione, non tirandosi mai indietro. Sono rimasti invisibili perché sono stati travolti dal fiume impetuoso della storia, che ci induce più spesso a ricordare chi ha fatto molto male piuttosto che chi ha fatto molto bene. Sepúlveda invece esce da questa logica e mostra quanta bellezza c'è nel mondo che spesso resta sepolta sotto la cattiveria e la crudeltà. Se volete scoprire queste incredibili storie non dovete far altro che unirvi a noi in questa nuova avventura letteraria! Vi aspettiamo sul Forum!

Autore Luis Sepúlveda
Editore Guanda
Pagine 172
Prezzo di copertina 10,00 €
Prezzo e-book 7,99 €
Categoria Altri generi