Dal momento in cui sbarcano a Palermo da Bagnara Calabra, nel 1799, i Florio guardano avanti, irrequieti e ambiziosi, decisi ad arrivare più in alto di tutti. A essere i più ricchi, i più potenti. E ci riescono: in breve tempo, i fratelli Paolo e Ignazio rendono la loro bottega di spezie la migliore della città, poi avviano il commercio di zolfo, acquistano case e terreni dagli spiantati nobili palermitani, creano una loro compagnia di navigazione... E quando Vincenzo, figlio di Paolo, prende in mano Casa Florio, lo slancio continua, inarrestabile: nelle cantine Florio, un vino da poveri – il marsala – viene trasformato in un nettare degno della tavola di un re; a Favignana, un metodo rivoluzionario per conservare il tonno – sott’olio e in lattina – ne rilancia il consumo in tutta Europa... In tutto ciò, Palermo osserva con stupore l’espansione dei Florio, ma l’orgoglio si stempera nell’invidia e nel disprezzo: quegli uomini di successo rimangono comunque «stranieri», «facchini» il cui «sangue puzza di sudore». Non sa, Palermo, che proprio un bruciante desiderio di riscatto sociale sta alla base dell’ambizione dei Florio e segna nel bene e nel male la loro vita; che gli uomini della famiglia sono individui eccezionali ma anche fragili e – sebbene non lo possano ammettere – hanno bisogno di avere accanto donne altrettanto eccezionali: come Giuseppina, la moglie di Paolo, che sacrifica tutto – compreso l’amore – per la stabilità della famiglia, oppure Giulia, la giovane milanese che entra come un vortice nella vita di Vincenzo e ne diventa il porto sicuro, la roccia inattaccabile.

Intrecciando il percorso dell’ascesa commerciale e sociale dei Florio con le loro tumultuose vicende private, sullo sfondo degli anni più inquieti della Storia italiana – dai moti del 1818 allo sbarco di Garibaldi in Sicilia – Stefania Auci dipana una saga familiare d’incredibile forza, così viva e pulsante da sembrare contemporanea.

Ad Agosto, la Community de Il Club del Libro, si immergerà in una storia che, intrecciando vicende storiche e vita privata dei Florio, sarà in grado di ripercorrere l'intero '800 Italiano.
I Florio, al contrario di quanto alcuni possano pensare, sono una famiglia reale, emigrata da Bagna Calabra nel 1799 a causa dei numerosi e distruttivi terremoti, e stabilitasi a Palermo con la speranza di sollevarsi economicamente.
I Florio, dal loro arrivo in Sicilia, troveranno il modo di farsi conoscere in tutto il territorio, partendo da una piccola bottega di spezie. Renderanno il Marsala il vino più prestigioso di Sicilia, troveranno un metodo di conservazione alternativo per il tonno e possederanno industrie chimiche. Il successo dei Florio non si ferma soltanto sul piano economico ma prosegue su quello sociale. Le donne Florio sono icone di fascino e bellezza femminile, ai Florio sono attribuiti premi sportivi come la Targa Florio, una famosa corsa automobilistica.

Stefania Auci, Trapanese di nascita e Palermitana di adozione, ha iniziato a scrivere da bambina, dove sul suo quaderno metteva nero su bianco fan fiction su Holly e Benji, dopo scrupolosissime ricerche sulla famiglia, è pronta a raccontarci di quattro generazioni di Florio nella sua saga familiare italiana.

I leoni di Sicilia. La saga dei Florio (Nord), venduto in Stati Uniti, Germania, Francia, Spagna e Olanda, conta in appena un mese dall'uscita cinque ristampe e si pensa già a una trasposizione cinematografica o Serie TV.

Autore Stefania Auci
Editore Nord
Pagine 436
Prezzo di copertina 18,00 €
Prezzo e-book 9,99 €
Categoria Classico - D'ambiente - Storico