SINOSSI

Premio Bancarella 2007. Colonia, 1260. Gerhard Morart sa bene che non potrà mai completare la costruzione della "sua" cattedrale prima di morire. Quello che non sa, purtroppo, è che la morte non tarderà ad arrivare: qualcuno infatti gli tende un agguato su un'impalcatura dell'edificio e lo fa precipitare a terra. Un delitto a sangue freddo, che tuttavia ha avuto un singolare testimone: Jacop, un ladruncolo che si trovava su un melo lì accanto, intento a rubare i frutti succosi per placare la sua eterna fame. Anziché darsela a gambe, Jacop si avvicina a Gerhard, ormai morente, che gli sussurra qualcosa all'orecchio. Così facendo, però, il ladruncolo rivela la propria presenza all'assassino, il quale si lancia in una caccia spietata per ridurlo al silenzio.

RECENSIONE

Ho riletto questo libro dopo molti anni: ne avevo un ricordo positivo ed effettivamente mi è piaciuto. Ad essere sincera però, ho fatto un po' di fatica a finire di leggerlo; nonostante la curiosità di sapere come andasse a finire (pur avendolo già letto non ricordavo la fine), l'ho trovato troppo lungo. L'autore ha fatto un lavoro egregio ed accurato nella descrizione dei fatti storici che comunque dovevano essere spiegati per comprendere la storia, ma alcune parti (soprattutto quelle del prolisso Jaspar) si dilungano decisamente troppo e si rischia di perdere la concentrazione sulla storia principale. I personaggi sono tanti e si fa un po' fatica a ricordarli tutti, però i più importanti si ricordano facilmente ed hanno il loro profilo ben delineato. Per concludere, è sicuramente un libro che consiglio di leggere, anche se personalmente avrei preferito qualche pagina in meno e una maggior concentrazione dei fatti che hanno portato poi alla storia principale che racconta il libro.

[RECENSIONE A CURA DI SIMIR]

Autore Frank Schätzing
Editore TEA
Pagine 459
Anno edizione 2008
Edizione I grandi
ISBN-10(13) 9788850217045
Prezzo di copertina 11,00 €
Prezzo e-book 2,99 €
Categoria Horror - Thriller - Mistero - Gotico