SINOSSI

Anni '70, una città industriale sull'orlo del collasso fatta di fabbriche chiuse, disperazione, piazze di spaccio. Sotto l'eterna pioggia nera che la flagella, il poliziotto migliore che si muove per le sue strade è Macbeth. Un ex tossico, un uomo fragile dal passato turbolento, abbandonato da bambino, uno sbirro incline alla violenza. Ma è lui, con la sua squadra, a gestire con intelligenza una retata nell'area del porto, un'azione in grande stile che, finalmente, gli fa intravedere la possibilità di ottenere una promozione. E quindi guadagnarsi il rispetto degli altri, avere una vita migliore, e molto più potere, che è ciò che conta. Tutto questo è lì, a portata di mano: ma, pensa Macbeth, davvero mi lasceranno arrivare tanto in alto? Tormentato dalle allucinazioni, vittima di paranoie sempre più acute, Macbeth comincia, lentamente, a soccombere a se stesso e al tarlo dell'ambizione.

RECENSIONE

L'autore ha aderito ad un concorso in cui si chiedeva di scrivere qualcosa il cui tema fosse Macbeth. Se vi interessa saperne di più, troverete in rete un'intervista fatta all'autore dal nostro Marcello Simoni: Marcello Simoni dialoga con Jo Nesbo, il mio Macbeth. Corriere della sera. "Uno scrittore deve sforzarsi di mettere a fuoco il punto di vista del personaggio e di capire le sue motivazioni anche se non le condivide. Ma al di là di questo, le emozioni dell'animo umano non mutano nel corso dei secoli. Ecco perché Macbeth, con la sua ambizione, la sua sete di potere, risulterà sempre simile a noi."

Il racconto si snoda in un'atmosfera da Blade Runner (1982) in una città fantasma, piena di fumi velenosi, pioggia sporca, edifici abbandonati. Jo Nesbo crea i personaggi che gli serviranno per il suo romanzo nero, gotico. Già a pagina 137 getta le basi per la sua storia, che dovrà avere dentro di sé le tracce della tragedia shakespeariana. Là infatti c'è una donna assetata di potere che può essere conquistata solo attraverso l'assassinio del Re e quindi istigando il marito a farlo. Qui abbiamo una Lady che possiede un casinò, ma vuole di più, vuole tutto, vuole il potere. Lady è la donna del poliziotto Macbeth, una brava persona che vuole far pulizia dei grossi delinquenti che infestano la città con la distribuzione di droga. Macbeth viene scelto come nuovo responsabile della nascente squadra anticrimine dal commissario capo Duncan, anche lui una persona brava ed onesta che vuole mettere le mani sul più grande criminale, fabbricatore e distributore di droga, un certo Ecate. Quello che più mi interessava di quest'ultimo romanzo di Jo Nesbo era vedere come l'autore confezionasse una storia sulla trama di un dramma shakespeariano, peraltro molto conosciuto. Ho trovato ottima l'impostazione dell'autore che accosta il nostro Macbeth poliziotto della Swat al Mecbeth shakespeariano.

[RECENSIONE A CURA DI GRAZIELLA]

Autore Jo Nesbø
Editore Rizzoli
Pagine 612
Anno edizione 2018
Edizione Rizzoli best
ISBN-10(13) 9788817099516
Prezzo di copertina 20,00 €
Prezzo e-book 7,99 €
Categoria Giallo - Poliziesco - Noir