Sabato, 22 Febbraio 2020

Youtuber scrittori: libri utili o deleterei a scuola?

Di più
21/11/2019 11:18 #1 da Francis
Oggi mi viene da fare una domanda:
ieri sera ho avuto a cena un'amica che ha visto sul mio tavolo il libro appena comprato in Feltrinelli.
A caccia di Entity, scritto da uno youtuber che usa lo pseudonimo Lyon e incentrato sul gioco Minecraft.
L'ho preso per proporlo ad un ragazzo a scuola, dove insegno italiano, perché questi si è rifiutato di leggere qualsiasi altra cosa.
La mia amica, tuttavia, non era d'accordo con questa mia decisione. Mi ha detto che secondo lei la scuola non dovrebbe permettere l'abbassamento del livello a questi punti.
Cosa ne pensa il Club? Mi incuriosisce la vostra opinione.
Io lo propongo al mio studente, perché così riesco a farlo leggere, e magari a farlo appassionare alla lettura con un tema che a lui magari piace... questa è la mia idea.

...in medio stat virtus...

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
21/11/2019 12:35 #2 da vanna
Premetto che non conosco né il libro né il gioco , immagino qualcosa che io definisco, un non libro. Secondo il mio modesto parere hai fatto benissimo a proporlo a scuola per educare alla lettura chi non ne vuole sapere, ho fatto il tuo mestiere e per stimolare gli studenti verso questa attività che dovrebbe tradursi in piacere ho percorso diverse strade , ma per cominciare ho sempre sostenuto che qualsiasi genere va bene.....non scoraggiarti a distanza di tempo i risultati non mancano!

Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
Ringraziano per il messaggio: guidocx84

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
21/11/2019 16:00 #3 da Novel67

vanna ha scritto: Premetto che non conosco né il libro né il gioco , immagino qualcosa che io definisco, un non libro.


Concordo con la definizione, ma proprio per questo la penso in modo opposto :) .

Non so perché sia tanto diffusa quest’idea secondo la quale è importante leggere, “non importa cosa”. Forse perché la lettura - si dice - "allarga gli orizzonti", “accresce il bagaglio culturale”, "fa diventare migliori”. Insomma, perché “fa bene”.

Eppure anche mangiare e bere fanno bene, fanno crescere e aiutano a restare in vita; però un genitore non lascia che un bambino metta in bocca qualunque cosa gli capiti a tiro. Vero è che s’impara anche sbagliando, ma se si parla di insegnamento, non solo scolastico, allora credo che un insegnante debba anzitutto fornire un po’ di senso critico, anche "forzando" i recalcitranti.

Del resto, non è che si dica allo studente: l’importante è che tu scriva, non cosa scrivi. E come allo studente che deve svolgere un tema si da una traccia, allo stesso modo si dovrebbe dare una traccia anche a chi inizia a leggere.

Poi un giorno potrà anche leggere uno youtuber, ma con la consapevolezza che il libro è, appunto, un’altra cosa.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
21/11/2019 19:45 #4 da vanna
Le letture di basso livello possono in certi casi servire per convincere a prendere un libro in mano anche chi si vanta di non leggere , certo che l' insegnante deve proporre altro , parlarne, presentare ma di solito per promuovere l'amore verso la lettura un titolo non basta , bisogna cercare di individuare i vari gusti e proporre di conseguenza, all'inizio facendo attenzione a scegliere libri di poche pagine per incentivare e pian piano si può passare a testi più impegnativi .L' imposizione di una lettura difficile in un'età prematura può far passar la voglia di leggere anche al più volenteroso e ben disposto.
Di solito gli studenti sono refrattari a ciò che l'insegnante impone o consiglia sono più propensi ad accogliere un suggerimento di un titolo da un amico o coetaneo anche se è lo stesso dell'insegnante, a me è capitato!
Leggere è fondamentale anche per imparare a scrivere e quindi in fase transitoria perché non tentare anche con un non libro che lo paragonerei all'acquaticita' prima di imparare a nuotare!
Buoni risultati li ho raggiunti facendo partecipare le mie classi ad un concorso di lettura promosso dalle biblioteche dell'hinterland fiorentino che si avvalevano di esperti per la scelta ogni anno di 15 libri a loro volta presentati nelle scuole da giovani che riuscivano a suscitare curiosità negli studenti che dovevano leggerne almeno 5, recensirli per scritto in modo originale per rientrare fra i premiati.
Si regalavano biglietti treno, soggiorni brevi con coetanei,buoni per acquisti sportivi o libri ecc.
I 15 libri erano di genere e difficoltà diversi
alcuni banali , ma altri impegnati e spesso erano gli stessi studenti a rilevare queste differenze.

Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
Ringraziano per il messaggio: guidocx84

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
23/11/2019 07:25 #5 da Francis
avete impersonato le due facce della medaglia.
Una cosa che ha detto Vanna è importante: oggi i ragazzi a scuola si vantano di non leggere, di ascoltare trap, di gicare a mille videogiochi e non lasciare un minuto allo studio.
"Forzare", Novel, non è stata mai un'opzione per me.
Alle scuole elementari - esperienza personale - un maestro che aveva notato che in terza leggevo già speditamente, mentre agli altri compagni aveva dato da leggere "I viaggi di Gulliver" in versione ridotta per ragazzi, a me ha assegnato l'originale. Questo ha provocato la mia repulsione per la lettura fino in quinta, quando un'altra maestra mi aveva chiesto di leggere "Pinocchio".
Nella stessa classe - esperienza di questa settimana - ad un ragazzo che non ha voluto scegliere un libro dalla biblioteca della scuola, che magari non risulta tanto interessante, ho portato io da casa un libro che alle scuole medie per me è stato meraviglioso, "Dieci piccoli indiani",. Ma per lui l'ho scelto perché so che si può appassionare. Il ragazzo a cui ho consegnato "A caccia di Entity", per il quale acquisto mi sono sentito anche giustamente imbarazzato in libreria e a ragione, non avrebbe letto assolutamente alcuna altra cosa. Non apre nemmeno il libro di Antologia in classe, almeno apre un libro a casa...
PS: lunedì mi informo sull'andamento delle letture e vi dico

...in medio stat virtus...

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
23/11/2019 09:52 #6 da Blache_Francesca
Ho letto con molto interesse la tua mail, pochè do ripetizioni e credo sia importante far leggere i ragazzi. Di solito, la prima volta lascio che sia l'alunno a scegliere il primo libro e lo leggiamo insieme, perchè so che diversamente non lo leggerà. I libri successivi vengono scelti da entrambi in modo da poter "alzar" il livello.
Faccio in modo che l'alunno legga tutti i giorni. Si tratta di un impegno, ma noto che i risultati arrivano e continuano per conto loro.
Per me, non esistono differenze tra un libri scritti da Youtuber e altri, l'importante è leggere. Se l'insegnante ritiene di dover far scoprire altre libri, lo farà con il tempo.
Buon lavoro!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
23/11/2019 10:38 #7 da Giacovet
Io ripeto sempre che a dieci anni lessi I promessi sposi, che deve essere il libro più odiato dagli studenti di tutto il paese, proprio perché nessuno me lo impose, e mi piacque anche! linguaggio antiquato e tutto il resto (probabilmente capendone il giusto eh, macchissene).

Era regalato dall'Esselunga in occasione non so quale versione televisiva (non l'ho mai trovata XD) e lo presi in mano proprio per le foto delle scene con tutti i personaggi in costume.

Poi io ero comunque una bambina disperatamente in cerca di qualcosa da leggere e i miei non erano molto versati nell'argomento (mio padre , che viaggiava spesso, ogni tanto mi portava dall'aeroporto tanto i libri della Disney, che i paperback della Fattoria degli Animali e del Vecchio e il Mare, credo a seconda di cosa trovasse scontato :lol: ), ma credo sia proprio questa mancanza di aspettative che mi ha permesso di esplorare i miei gusti mano che crescevo e crearmi un palato che oggi mi mette al riparo da un 50 sfumature qualunque,

Mio fratello era invece un Non-Lettore accanito, i miei disperavano, poi si è appassionato inaspettatamente alla saga di Terry Brooks e da lì adesso legge Solo Libri Seri, ma legge.

Per me l'importante è che partano e poi capiscano che c'è un mondo oltre le corna della De Lellis. Senza contare che quello che per noi può sembrare idiota, può in realtà rivelarsi tutt'altro, penso sempre alla rivalutazione dei fumetti negli ultimi anni.

Orogliosa proprietaria di un Kobo Glo e ferma sostenitrice della lettura digitale.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
25/11/2019 07:56 - 30/11/2019 12:47 #8 da Francis
Giacovet

Io ripeto sempre che a dieci anni lessi I promessi sposi, che deve essere il libro più odiato dagli studenti di tutto il paese, proprio perché nessuno me lo impose, e mi piacque anche! linguaggio antiquato e tutto il resto (probabilmente capendone il giusto eh, macchissene).


Mi è successa una cosa simile con I Malavoglia che io ho letto in seconda media perché l'avevo trovato nella libreria di casa e di cui mi sono follemente invaghito! Poi ce lo fecero studiare in secondo liceo e la classe dovette leggerlo ed infatti la reazione negativa fu quasi unanime.

...in medio stat virtus...
Ultima Modifica 30/11/2019 12:47 da guidocx84. Motivo: Corretto tag corsivo
Ringraziano per il messaggio: aleinviaggio

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
25/11/2019 16:48 #9 da Novel67

Francis ha scritto: "Forzare", Novel, non è stata mai un'opzione per me.


Anche il solo fatto di dover andare a scuola ogni mattina può essere inteso da qualcuno come una forzatura : che facciamo, gli permettiamo di starsene a casa ogni tanto? :)

Comunque sì, mi sono espresso male: non intendevo costringere a forza, ma solo guidare la scelta entro parametri (titoli e contenuti, in questo caso) da te stabiliti.

Tu stesso del resto citi esperienze - anche positive - di letture a te assegnate dagli insegnanti o da te suggerite agli alunni. E' poi possibile (forse anche probabile, essendo tutto sommato un "compito" scolastico) che una lettura consigliata/imposta non risulti particolarmente gradita all'alunno: è successo a tutti, credo: anche a me, proprio con Malavoglia e Promessi Sposi.

Ma a una certa età, forse, una libertà di scelta assoluta può anche essere controproducente, perché non tutti hanno la capacità/strumenti per potersi districare tra le mille opzioni possibili.

Però io non insegno, per cui è possibile, anzi probabile, che mi sbagli. Facci sapere come è andata ;)

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
26/11/2019 22:26 #10 da Giacovet

Novel67 ha scritto: Ma a una certa età, forse, una libertà di scelta assoluta può anche essere controproducente, perché non tutti hanno la capacità/strumenti per potersi districare tra le mille opzioni possibili.


Credo che questo sia un bivio sempre attuale, libertà di scelta o "forzatura" per il loro bene?
Credo che dipenda anche dall'obbiettivo, però. Di certo non si sospende la lettura dei Promessi Sposi perché ai ragazzi non piace, ma dall'altra parte credo che sia anche importante che abbiano presente che la lettura non è solo una cosa scolastica/noiosa/da secchioni etc. e quindi dare loro accesso a libri più 'popolari'?

Anche perché se ripenso al mio programma di letteratura di medie e superiori, con queste letture/analisi di poche opere fino allo sfinimento (spesso gli stessi sia alle medie che alle superiori), effettivamente ho ricordi di qualcosa di freddo, ripetitivo e sopratutto molto limitato, rispetto alle opere che ho scoperto in seguito in autonomia (anche se la narrativa italiana forse ha meno nomi noti che possano andare al di fuori della scolastica classica, almeno se pensiamo ai romanzi).

Orogliosa proprietaria di un Kobo Glo e ferma sostenitrice della lettura digitale.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Shoutbox

Avatar di stefy65 stefy65 - 22/02/2020 - 12:17

Buongiorno, dove si trova esattamente il Meeting Point di Pia :D zza Bologna?Io arrivo con la metro B, è per caso vicino alla fermata?Grazie mille per la risposta. :D

Avatar di Puccibus Puccibus - 20/02/2020 - 21:42

Ciao a tutti,mi chiamo Francesca,abito a Roma.Mi piace leggere e sono curiosa di partecipare ad una lettura condivisa.Confrontarsi con persone diverse penso regali a tutti nuovi spunti di riflessione.

Avatar di Frenci Frenci - 19/02/2020 - 12:08

Ciao! Sono Francesca e vivo a Milano. Mi piacerebbe molto entrare a far parte del club del libro di Milano. Ho mandato un mex a Carla, ma non ho ancora news. Qualcuno può aiutarmi?grazie mille :)

Avatar di Rose Romano Rose Romano - 18/02/2020 - 20:02

Ho appena lasciato un messaggio sul libro Vicolo dell'immaginario. Spero di trovarlo di nuovo, nel caso che qualcuno risponde! Francamente, questo sito mi confonde sempre di piu'. :S

Avatar di guidocx84 guidocx84 - 17/02/2020 - 22:22

Ciao! Benvenute Monica e Daniela! ;)

Avatar di Dany88 Dany88 - 16/02/2020 - 16:05

Ciao a tutti, mi chiamo Daniela e sono un amante dei libri da quando ero piccola si può dire :D sono curiosa di scoprire nuovi libri interessanti da aggiungere alla mia libreria ;)

Avatar di Blache_Francesca Blache_Francesca - 14/02/2020 - 18:28

Vorrei iniziare un nuovo libro di Haruki Murakami. Ho scelto in base alla disponibilità della mia biblioteca "A sud del confine, a ovest del sole". Qualcun altro è interessato?

Avatar di Mokina84 Mokina84 - 13/02/2020 - 16:08

Ciao a tutti. Mi chiamo Monica e mi sono appena iscritta a questo sito . Amo moltissimo leggere anche se ultimamente non trovo tempo per questa cosa piacevole. Spero di trovare spunti interessanti :D

Avatar di Anna96 Anna96 - 11/02/2020 - 23:16

Ottimo :D per me è stata una lettura completamente fuori da quelli che di solito sono i miei gusti ma sono rimasta soddisfattissima

Avatar di Blache_Francesca Blache_Francesca - 11/02/2020 - 18:12

@Anna96 e non solo.... Ciao, mi è arrivato in biblioteca "L'incubo di Hill House, inizierò a leggerlo stasera. Non vedo l'ora!!

The shoutbox is unavailable to non-members

Ultimi commenti

 

STATISTICHE

Utenti
4371
Articoli
1675
Visite agli articoli
2567924

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per iscriverti alla nostra Newsletter ed essere sempre aggiornato sulle attività, gli eventi e le novità che riguardano Il Club del Libro!