Giovedì, 18 Luglio 2019

Scelta del Libro del Mese di Luglio 2018

×

Sondaggio: Scelta del Libro del Mese di Luglio 2018

Strane creature - Tracy Chevalier
9 39.1%
Stagioni diverse - Stephen King
12 52.2%
La guerra dei mondi - H. G. Wells
2 8.7%
Numero votanti: 23 ( Yashodara, AnnaC, Katya, bibbagood, Appassionata ) Visualizza altro
Solo gli utenti registrati possono partecipare a questo sondaggio
Di più
16/06/2018 16:10 #71 da VFolgore72
A questo punto sono curiosissimo di leggere per la prima volta, non scannatemi, King.
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
16/06/2018 16:33 #72 da Dot.Cromag
Ops!
Ok.
Anche King va benissimo.
Degli autori contemporanei ancora viventi è uno di quelli che mi piacciono, sia a livello di stile, sia a livello di trame.
Allora, luglio sarà dedicato a King.

P.S: solitamente, chi può proporre le letture del mese a venire? Grazie mille!
Dot Cromag
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
16/06/2018 17:24 #73 da porthosearamis

Dot.Cromag ha scritto: Ops!
P.S: solitamente, chi può proporre le letture del mese a venire? Grazie mille!
Dot Cromag


ciao
le votazioni sono aperte fino al 15 di ogni mese e il voto deve essere espresso attraverso l'apposito sondaggio, aperto da chi propone le scelte

ti lascio il link con tutte le informazioni
www.ilclubdellibro.it/forum/7-scelta-lib...rima-di-postare.html

può proporre le scelte solo chi ha 3 crediti
qui tutte le informazioni
www.ilclubdellibro.it/forum/crediti-e-re...come-funzionano.html

ciao
Ringraziano per il messaggio: guidocx84, Dot.Cromag
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
17/06/2018 23:41 #74 da bibbagood

IlariaAngelicchio ha scritto: Come mi piace questa discussione!
Note in punti:
- io amo il Maestro e Margherita! Graziella c'è già una discussione?
(A volte ne faccio citazioni, ma mi capisce solo mio fratello. Che tristezza...)


Ilaria, in questa discussione puoi trovare vari commenti sulla letteratura russa, tra cui commenti sparsi su Bulgavov e un bel commento di Novel su Il maestro e Margherita (il numero 55, pagina 6): www.ilclubdellibro.it/forum/8-parliamo-d...ecento.html?start=50

;)
Ringraziano per il messaggio: IlariaAngelicchio
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
18/06/2018 21:41 - 18/06/2018 23:15 #75 da remembrandt
Scusate ma non resisto. Torno un pizzico indietro... Visto poi il libro che ha vinto, la tematica della paura nelle sue differenze tra libro e film è proprio troppo interessante. :laugh: ;)
Purtroppo non ho potuto rispondere più "in tempo".. che più o meno tutto il mio scorso fine settimana è stato impegnato, poi volevo rifletterci un attimo e infine pensavo di perdere l'occasione con la chiusura di questa finestra di discussione, ma forse.. sul filo di lana..
Anche secondo me e come si diceva, una scena diciamo cosi.. spaventosa.. in un film risulta più di impatto, più diretta. E appunto si.. immediata.
Che si tratti di arte o no, cinema e televisione sono strumenti di cui fruiamo comunque passivamente.
Quello che vediamo ci arriva senza che noi si abbia la possibilità di mediarlo o filtrarlo. Almeno non di primissimo impatto.
La lettura, con i libri, invece no.
Il punto di incontro tra libro e lettore, si può forse dire che sia a meta strada.
Difficile però dire cosa sia più forte tra i due strumenti. Cinema o tv e libri. Secondo me dipende da chi li usa a monte. Regista quindi, o scrittore.
E nello specifico posso fare un paio di esempi. A sostegno della forza delle immagini dei film nel primo esempio. E dei libri, nel secondo.
Per quanto riguarda una scena da film cui sono a malapena sopravvissuto citerei I fratelli Taviani con Il mestiere delle armi. La specifica scena descriveva tutta la preparazione necessaria all'amputazione di una gamba di un personaggio del film. Interno di un abitazione, uomo sul letto, medico, strumenti e mi fermo qui. Una preparazione.. una regia degna della scena della battaglia dell'Enrico V di Kenneth Branagh. Quest'ultima infatti, più che resa nell'effettivo arrivo di cavalli e cavalieri prima dello scontro, sta tutta invece negli occhi terrorizzati di chi avrebbe dovuto fronteggiare lo scontro. E per quanto riguarda i Taviani, scrivendo.. a malapena sopravvissuto.. intendevo letteralmente. Sarà pure successo parecchi anni fa, ma dovetti alzarmi dalla poltrona, guadagnare in qualche modo il primo bagno del cinema e abbracciandomi al lavandino, ficcare entrambi i polsi sotto l'acqua fredda per riattivare la circolazione.. giuro! Pallido, bianco in volto.. più bianco delle lenzuola su cui era disteso il corpo di quel malcapitato della scena di amputazione del film.
E tuttora non conosco la prosecuzione di quella scena. E tuttora non mi interessa. Insomma una capacita descrittiva e ricostruttiva degna di un libro ma con la differenza della passività insita nello strumento del cinema.
Letale. Sara stato il momento.. o più facilmente la mano registica dei due Taviani. Infatti, non vedendo comunque per scelta film dell'orrore, in altre simili visioni non mi è più capitato di stare cosi male.
Più inerente alla discussione a proposito di King, invece.
Citerei il monumentale e anche per me ottimo libro di It.
Edizione del Marzo 1990.. quasi più grande di me perciò quando lo comprai quattordicenne per divorarlo anche io subito e in particolare nell'arco di una sola estate di vacanza scolastica.
Che lettura, che ricordi...
Essendo invece a volte un po' bacchettonamente purista per le prime versioni in generale.. ho tralasciato di vedere la sua nuova versione filmica. Non che lodi in particolare la prima versione televisiva. Anche se quando la vidi mi piacque abbastanza, oggi la trovo sicuramente, anche se simpaticamente.. "tenera". Però quest'ultima, sempre e comunque più credibile negli impacci giovanili dei giovani protagonisti, che nella versione odierna anche se a me ignota. Sarà per dei ragazzi forse un po' troppo costruiti o anonimi. Non saprei... Ad esempio infatti, secondo me.. vallo un po' a rifare un film come Stand by me. Valli a ritrovare degli attori giovani cosi empatici! E di conseguenza It, al cinema.. oggi... Aldilà dell'età.. per il mondo fragile e fantascientifico che propone.. decisamente no.
Parlo, scrivo.. sicuramente al buio, ma non mi è interessato vederlo rifatto. Senza anche solamente contare poi che la mitica barchetta di carta di George.. anche solo nel trailer del film.. al 90% è sicuramente digitale...!!!
Comunque. Nel citare questo libro e quella serie tv, dopo il primo esempio di cui sopra della paura o spavento al cinema con i Taviani, volevo qui portare un caso per me storico tra i tanti libri di King, in cui la paura maggiore è derivata appunto dalla lettura, dal libro. Tempo fa, e ne ho rivisto qualche passaggio, hanno infatti riportato in tv la vecchia originale serie tv di It, anni 90. E nel leggere i vostri post in merito appunto alla paura tra film e libri, mi sono ricordato una scena specifica che in questo caso rende per me molto più forte e consistente la paura nel libro piuttosto che nel film, serie tv...
Non mi sogno di descriverla nel dettaglio, sarebbe un tentativo folle...
E non la posto neanche che mi dilungherei ancora di più, invece di concludere...
Più brevemente possibile insomma.. vediamo un po'.
Nella caldaia della scuola, uno dei ragazzi del gruppo vive, subisce.. il terrore da una delle tante trasformazioni di It.
Un terribile lupo mannaro se non sbaglio.
Unica via di scampo, una di quelle finestrelle da stanza seminterrata caratteristica di molti edifici scolastici anche qui in Italia.
Unica possibilità di arrivarci una piccola montagna di carbone accatastata contro la parete a rendere possibile arrivare a quella finestra.
Elementi contrari.. la paura raggelante ed immobilizzante, la velocita del lupo mannaro, l'instabilità della montagna di carbone sotto i piedi e la misura ristretta dell'aperura della finestra da cui poter scappare. Mi sembra che la scena, il momento.. sia perlomeno chiaro.
Insomma, "inutile" dirvi, per quanto mi riguarda.. quanto nel ricordo mi sia ancora viva e vivida questa scena, letta ovviamente dal libro con le parole di King.. al contrario dei pochi miseri secondi di questa stessa scena rivista casualmente qualche settimana, mese fa in un passaggio televisivo della serie tv... Imparagonabili.
Film o libri quindi - al di la di paragoni e discorsi specifici nell'ambito della stessa opera fruibile sia su libro che su film - in merito alla paura, anche se in maniera sicuramente diversa, sono secondo me, soprattutto a seconda di chi li fa, entrambi potenzialmente parimenti influenti.
Forse la vera differenza sta, sia nel merito della violenza fine a se stessa che in quella "funzionale" a una storia, nel fatto che una scena o descrizione violenta, su di un libro non ci risulta veramente "lesiva" come invece sarebbe ed è quando la vediamo in un film. Nella lettura, per quanto possa essere descritta nel dettaglio una scena o luogo, in qualche modo ci mettiamo del nostro. Siamo più attivi. Quindi per quanto mi riguarda, a parità di descrizione, se proprio deve capitare che, libro o film, come da scelta dell'autore, io debba passare per la descrizione di una scena violenta o come si diceva, spaventosa.. personalmente, al buio di qualsiasi informazione sulla mano che l'ha soprattutto girata,
preferisco di gran lunga il libro.
La riconosco quando arriva. La posso evitare se non mi piace.
Infine, ad esclusione di scrittori e registi che so o capisco essere particolarmente sanguinosi e sanguinari e che volentieri evito.. penso, spero.. almeno tra film e libri.. di avere comunque un certo stomaco. :)
Ultima Modifica 18/06/2018 23:15 da remembrandt.
Ringraziano per il messaggio: IlariaAngelicchio
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
20/06/2018 15:47 #76 da Reba91
Voto anche io king XD anche se non mi ah permesso di votare XD
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
20/06/2018 17:34 #77 da VFolgore72
Si puo' votare il sondaggio dal primo fino al 15 di ogni mese.
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
27/06/2018 09:37 #78 da Leeren
Ho prenotato il libro in biblioteca! :)

A proposito di esperienze traumatiche con King dirò solamente che l'ultimo suo libro che ho letto, per altro svariati anni fa, è stato Dolores Claiborne. E non aggiungo altro. :whistle: :whistle:
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
27/06/2018 22:38 #79 da EmilyJane
Eh, si, Leeren, i libri di King sono spesso belli tosti a livello emotivo, proprio per questo val la pena leggerli :)

Inviato dal mio PRA-LX1 utilizzando Tapatalk

Il veganismo non è una dieta ma una scelta di vita. ❤️
Ringraziano per il messaggio: Leeren
L\'Argomento è stato bloccato.
Di più
28/06/2018 09:57 #80 da Anna96
Senza fare spoiler, ma quanto ho pianto con "Il miglio verde" :P Ma resta uno dei libri più belli che abbia letto!

«Questa è la parte più bella di tutta la letteratura: scoprire che i tuoi desideri sono desideri universali, che non sei solo o isolato da nessuno. Tu appartieni»
- Francis Scott Fitzgerald

L\'Argomento è stato bloccato.

Shoutbox

Avatar di Fede95 Fede95 - 18/07/2019 - 07:27

! *

Avatar di Fede95 Fede95 - 18/07/2019 - 07:27

Ciao a tutti! Benvenuti e buona lettura ?

Avatar di paolagianella paolagianella - 17/07/2019 - 10:54

... Gruppo di Roma...

Avatar di paolagianella paolagianella - 17/07/2019 - 10:47

Buongiorno a tutti! Ci si incontra ad agosto? Qual è la lettura? Grazie. Paola

Avatar di Fede95 Fede95 - 09/07/2019 - 10:35

Ottimo :D

Avatar di davpal3 davpal3 - 02/07/2019 - 13:07

Il libro è "La vita è altrove" di Milan Kundera. L'incontro è previsto per il 13 luglio alle 16, presso Castel Sant'Angelo. Credo che verrà inserito nel calendario eventi presto.

Avatar di manulas82 manulas82 - 02/07/2019 - 09:31

Buongiorno a tutti, quale sarà il libro da leggere per l'incontro di luglio,del gruppo di lettura di Roma? Grazie :)

Avatar di manulas82 manulas82 - 29/06/2019 - 17:49

@aleinviaggio grazie ?

Avatar di aleinviaggio aleinviaggio - 28/06/2019 - 11:49

ciao! sabato 13 luglio alle 16:00 al parco di castel sant'angelo :) a breve sarà pubblicato anche qui sul sito

Avatar di manulas82 manulas82 - 27/06/2019 - 08:58

Buongiorno, per l'incontro di luglio del gruppo di lettura di Roma c'e' qualche notizia ?? Grazie ?

The shoutbox is unavailable to non-members

Ultimi commenti

  • Il buio oltre la siepe
    Tempovariabile 14.07.2019 00:22
    Ciao a tutti, essendo un'insegnate, ho provato a far leggere il libro ad una mia classe. Tralascio ...
     
  • Un arcobaleno nella notte
    Gianluca88 11.06.2019 18:33
    lo leggero' presto sicuramente. grazie per la recensione
     
  • Un arcobaleno nella notte
    Anna96 09.06.2019 00:11
    Wow grazie mille :oops:
     
  • Un arcobaleno nella notte
    guidocx84 08.06.2019 16:29
    Questo libro finisce dritto dritto nella mia Readlist! Grazie per la tua recensione Anna, fantastica!
     
  • Il buio oltre la siepe
    Graziella 04.06.2019 15:57
    Il romanzo ambientato in un paesino dell'' Alabama non è solo centrato sul loro padre avvocato che ...