Lunedì, 26 Agosto 2019

Rubrica letteraria | Autori & Premi Letterari

Al Ninfeo di Villa Giulia a Roma giovedì 4 luglio è stato proclamato il vincitore della 67esima edizione del Premio Strega. Niente sorprese e niente competizione all'ultimo voto: ha vinto il super favorito Walter Siti con Resistere non serve a niente, in vantaggio di quasi novanta preferenze rispetto al secondo classificato, Alessandro Perissinotto.

Premio Strega 2013A quasi due mesi dalla selezione, da parte del Comitato Direttivo del Premio Strega, dei 12 semifinalisti di questa 67esima edizione, il 12 giugno presso Casa Bellonci si sono riuniti i 400 Amici della Domenica che, insieme ai 60 lettori forti segnalati dalle librerie di tutta Italia, hanno votato i finalisti. Poche le sorprese: nella cinquina, infatti, trovano posto tutti i favoriti, ad eccezione di Busi. Come di consueto, invece, tante le polemiche...

Logo Premio CampielloIl Premio Campiello è giunto quest'anno alla sua 51esima edizione. Lo scorso 31 maggio è stata scelta la cinquina finalista, che vede in testa "L'ultimo ballo di Charlot" di Fabio Stassi, ed è stato assegnato il Premio Campiello Opera Prima al libro di esordio di Matteo Cellini "Cate, io". L'appuntamento con il vincitore del Premio Campiello 2013 è per il 7 settembre a Venezia, con la Cerimonia di Premiazione condotta da Neri Marcorè e Geppi Cucciari.

I libri candidati per il Premio Strega di quest'anno hanno una cosa in comune: rispecchiano i nostri tempi, i nostri attuali disagi, in tutte le loro forme, dal potere del dio denaro nelle nostre vite, alla politica, dal problema dell'obesità a quello dell'anoressia. Possiamo però notare facilmente che la maggior parte di questi libri parlano della rivoluzione del 1968 e del rapporto genitori/figli, a volte insieme nello stesso libro. Specchio del nostro attuale sentire, dei problemi italiani di questi tempi, dove chi ha i soldi spesso vive al limite della legalità e sempre un numero maggiore di persone invece i soldi proprio non li ha. Ecco a voi i 26 libri candidati, tra cui i 12 semifinalisti, selezionati proprio ieri pomeriggio dal Comitato Direttivo del Premio Strega.

L'anno scorso si sono celebrati i 150 anni dalla nascita dello scrittore e, proprio qualche settimana fa, è stata resa nota la notizia del ritrovamento del luogo esatto in cui Emilio Salgari si tolse la vita nell'aprile del 1911. A più di un secolo di distanza dal tragico accadimento, si è ricostruito l'ultimo giorno dello scrittore, conosciuto in tutto il mondo per i suoi romanzi d'avventura, padre di Sandokan, amatissimo da personalità come Gabriele D'Annunzio, Cesare Pavese, Luis Sepulveda, Borges e Che Guevara.

Il Club del Libro questa settimana vuole ricordare Alda Merini, poetessa di grande vena e grande follia. Il primo novembre sarà il terzo anniversario della sua morte, e proprio oggi 24 ottobre viene pubblicata dalla Edizioni BeccoGiallo la prima graphic novel a lei dedicata, scritta e disegnata dalla giovane e talentuosa illustratrice Silvia Rocchi.

Mo Yan - Vincitore del Premio Nobel per la Letteratura 2012Giovedì 11 ottobre è stato conferito il Premio Nobel per la Letteratura 2012 al cinese Mo Yan, pseudonimo letterario di Guan Moye. Classe '55, lo scrittore ha ottenuto successo internazionale soprattutto grazie al romanzo "Sorgo rosso", ha vinto numerosi premi ed è considerato il più importante scrittore cinese contemporaneo. E' la prima volta che il Premio viene assegnato ad un cinese che vive ed opera nella Repubblica Popolare Cinese (nel 2000, infatti, il vincitore era stato Gao Xingjian, che però vive in "esilio" in Europa da oltre vent'anni ed ha nazionalità francese).

5-6 luglio 2012. Gli “amici della domenica” hanno deciso, il vincitore del premio Strega è Alessandro Piperno, autore di "Inseparabili. Il fuoco amico dei ricordi" (Mondadori). Piperno si è aggiudicato la 66esima edizione del premio con 126 voti, e succede a Edoardo Nesi, vincitore 2011 e presidente della giuria, come di consuetudine...

John Fante, oggi, è un autore riscoperto, rivalutato da Bukowsky, che per caso si ritrovò a leggerne "Chiedi alla Polvere": "…le parole scorrevano con facilità, in un flusso ininterrotto. Ognuna aveva la sua energia ed era seguita da un'altra simile. La sostanza di ogni frase dava forma alla pagina e l'insieme risultava come scavato dentro di essa. Ecco, finalmente, uno scrittore che non aveva paura delle emozioni. Ironia e dolore erano intrecciati tra loro con straordinaria semplicità. Quando cominciai a leggere quel libro mi parve che mi fosse capitato un miracolo, grande e inatteso". Un caso che ha finito per nutrire di letteratura vera milioni di persone, fan accaniti e simpatizzanti di questo piccolo, grande genio letterario italo-americano.

Premio Strega 2012Il Premio Strega, il più importante premio letterario italiano, è giunto alla sua 66esima edizione. Già l'anno scorso la Rubrica Letteraria aveva seguito passo passo le selezioni, che avevano visto vincitore Edoardo Nesi con "Storie della mia gente", e altrettanto farà quest'anno. Dei 18 testi candidati, il Comitato direttivo proprio nella giornata di ieri ne ha selezionati 12, che verranno presentati ufficialmente il prossimo 26 aprile presso il Teatro San Marco di Benevento. Quindi, il 13 giugno a Roma presso Casa Bellonci si terranno le votazioni per la definizione della cinquina finalista, ed il 5 luglio la proclamazione del vincitore a Villa Giulia a Roma. Ecco i 18 titoli in lizza.

Lo scorso 15 gennaio è morto, all'età di 85 anni, Carlo Fruttero. Nato come traduttore di autori del calibro di Beckett e Salinger, si è consacrato alla scrittura nel 1952, grazie anche all'incontro con Franco Lucentini, che portò ad un sodalizio durato mezzo secolo: con la sigla Fruttero & Lucentini, infatti, i due firmarono collaborazioni giornalistiche, saggi ma soprattutto innumerevoli romanzi, tra cui La donna della domenica (1972), dal quale è stato tratto l'omonimo e famosissimo film di Comencini.

Giovedì scorso è stato proclamato il Premio Nobel per la Letteratura 2011. Tomas Transtromer, che ormai da anni figurava tra i favoriti, è stato premiato dalla giuria di Stoccolma per "le sue dense, traslucide immagini che ci hanno offerto un nuovo accesso alla realtà". Da quarant’anni non veniva assegnato un Premio Nobel ad uno svedese e dal 1996 ad un poeta.

Il Campiello, uno dei più conosciuti premi letterari del panorama italiano, è nato nel 1962 per volontà degli industriali del Veneto e viene assegnato, ogni anno, ad opere di narrativa italiana tramite un meccanismo combinato di giuria tecnica e popolare. Lo scorso 3 settembre presso il Gran Teatro La Fenice di Venezia si è tenuta la Cerimonia di Premiazione di questa 49esima edizione del Premio, che ha visto vincere, con 102 voti su 300, proprio il veneziano Andrea Molesini: poeta, traduttore e docente all’Università di Padova, noto autore di libri per ragazzi, "Non tutti i bastardi sono di Vienna" è il suo primo romanzo. Questa la trama del romanzo, edito da Sellerio e pubblicato nel settembre 2010.

In occasione del trentennale della morte, avvenuta il 12 settembre 1981, la Rubrica Letteraria ricorda Eugenio Montale. Lo scrittore e poeta, Premio Nobel per la letteratura e Senatore a vita della Repubblica Italiana, è stato infatti uno dei personaggi più rappresentativi del nostro Paese.

Del Premio Strega già vi avevamo parlato qualche settimana fa, con l’uscita dei 19 candidati per l’edizione 2011. A fine aprile, sono stati presentati i dodici candidati definitivi e proprio ieri sono stati resi noti i cinque finalisti. Adesso, si attende il 7 luglio per la serata conclusiva, con la proclamazione al Ninfeo di Villa Giulia a Roma del vincitore del prestigioso premio letterario.

Questa settimana la Rubrica Letteraria vi presenta una scrittrice di cui tutti voi, chi più chi meno, avrete sentito parlare ed avrete letto. Al Salone del Libro 2011, nella mostra “L’Italia dei libri” è stata inserita, insieme a personaggi quali Carducci e Pirandello, tra i 15 personaggi che più hanno influenzato, con le loro opere, la società in questi 150 anni di Unità d’Italia: lei è Oriana Fallaci.

Venerdì scorso "tirava aria" di Premi letterari: mentre noi lanciavamo – nel nostro piccolo - l’iniziativa del Libro d’Oro (la quale, cogliamo l’occasione per ricordarvelo, è in corso sulla nostra pagina Facebook), ha preso il via il Premio Strega 2011. Giunto alla 65esima edizione, il Premio Strega è il più importante premio letterario italiano. Ogni anno, il primo giovedì di Luglio a Villa Giulia di Roma, viene assegnato ad un libro di narrativa in prosa di un autore italiano pubblicato tra il 1° Maggio dell'anno precedente ed il 30 Aprile dell'anno in corso.

Ieri era il Giorno della Memoria, ricorrenza istituita nel 2000 per commemorare le vittime di fascismo e nazismo e ricordare la Shoah.
Noi del Club del Libro, seppur con un giorno di ritardo, vogliamo quindi fermarci un attimo a riflettere, regalandovi un breve passo tratto dal libro "La notte" e presentandovi il suo autore, Elie Wiesel.

Quando mi viene chiesto quali sono i miei autori preferiti, tra gli altri cito Harry Mulisch ed immancabilmente mi sento rispondere, con aria accigliata: "… Chi?!?". Oggi voglio quindi omaggiare e ricordare lo scrittore, deceduto il 30 Ottobre scorso nella sua casa di Amsterdam all’età di 83 anni, che ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti internazionali ma che in Italia è sempre rimasto molto poco conosciuto.

Ultimi commenti