images/rubrica-letteraria/il-re-del-brivido-a-tutto-schermo.jpg

Il Re del brivido, lo scrittore e sceneggiatore statunitense Stephen Edwin King, è uno dei più celebri autori di letteratura fantastica e specialmente horror. Oltre all'attesa della sua raccolta di 20 racconti, Il bazar dei brutti sogni, il pubblico è in fermento per la trasposizione cinematografica della Torre Nera, del remake di It e della serie tanto attesa di J.J. Abrams, 22.11.63, basata sull'omonimo romanzo.

Stephen King è uno degli scrittori più prolifici; se non avete letto un suo libro, ne avrete sicuramente sentito parlare, anche perché le sue opere, come Il miglio verde, Le ali della libertà, Carry, Shining e tanti altri, hanno ispirato film di successo.

La sua ultima opera, Il bazar dei brutti sogni, uscirà in Italia per Sperling & Kupfer il 22 marzo 2016, con la traduzione di Giovanni Arduino. Una raccolta di 504 pagine che conterrà 20 diversi racconti, del tutto inediti e commentati dallo stesso autore con rivelazioni, aneddoti e curiosità.

Inoltre, chi non ha visto nuovamente in giro la faccia di Pennywise, famoso pagliaccio protagonista del romanzo It di Stephen King, interpretato da Tim Curry nella mini serie degli anni '90? Riguardo al remake di It circolano notizie non sappiamo se veritiere, ma accreditate dal produttore Roy Lee in un'intervista, che ha confermato che i film saranno due e che le riprese inizieranno quest’anno. Andy Muschietti, regista e coautore del copione, insieme a Gary Doberman, hanno quasi completato l’adattamento del nuovo It, partendo sempre dall'originale di Stephen King. Il copione manca di qualche aggiustamento, il passo successivo sarà la ricerca degli attori, per poi concludersi con il sì definitivo di Stephen King. È stato già annunciato che ci saranno scostamenti rispetto al romanzo, ma che sarà comunque verosimile alla storia originale e i due film saranno interpretati secondo due punti di vista differenti: un film seguirà il punto di vista dei ragazzi e l'altro quello degli adulti. Si presuppone un rating R, cioè che la storia sia vietata ai minori di 15 anni negli Stati Uniti.

Anni fa si tentò di realizzare il film con l’idea della New Line Cinema – cioè due film che seguono due linee diverse. Il progetto fu affidato a Cary Fukunaga, che però abbandonò ormai vicino alle riprese, dopo 4 anni di lavoro, perché non riuscì a far "quadrare" l'adattamento per le molteplici diversità, se pur con il consenso di Stephen King. Nell'adattamento di Fukunaga l’attore che doveva interpretare Pennywise era Will Polter, che adesso sembra sia estraneo al progetto di Muschietti.

Arrivano altre conferme anche per gli amanti della saga La Torre Nera, composta da sette romanzi e un racconto, un misto tra spaghetti western e fantasy, che ruota attorno alla storia di Roland Deschain, ultimo membro di un ordine di cavalieri armati di pistola, che insegue il suo obiettivo: trovare la Torre Nera dov'è contenuta la chiave del passaggio verso tutti gli universi.

Stephen King, insieme al regista Nikolaj Arcel, in un'intervista ha confermato che manca poco al film tratto dal primo libro, L’ultimo cavaliere. Si aprirà con il famosissimo incipit “L’Uomo in Nero fuggì nel deserto, e il pistolero lo seguì” e proseguirà in media res, cioè con avvenimenti già in corso. Le riprese partiranno tra qualche settimana in Africa Meridionale, e una buona parte sarà ambientato nel tempo odierno. Idris Elba rivestirà il ruolo del protagonista, il pistolero Roland Deschain, Matthew McConaughey l'Uomo in Nero, Tom Padick. Inoltre, sembra che sia stato confermato Aaron Paul, lo Jesse Pinkman di Breaking Bad, nel ruolo di Eddie. La scelta di questo protagonista nel primo film pone l´interrogativo se alcune vicende del secondo volume, La chiamate dei tre, siano già presenti nel primo film.

La Sony Pictures cofinanzia insieme alla MRC il progetto e riprende l’idea originale di Ron Howard, Akiva Goldsman e Briana Grazer, quella di realizzare una saga cinematografica affiancata da una serie, per tentare una fedele trasposizione, che sarà sviluppata dalla MRC.

L'uscita del film è fissata al 13 gennaio 2017.

Altro progetto che vede impegnato un romanzo di King è 22.11.63, da cui J.J. Abrams ha creato la serie tanto attesa, che approderà in Italia su FOX il prossimo 11 Aprile. La serie 22.11.63 avrà protagonista James Franco, che viaggia nel passato - incontrando personaggi di It a Derry, cittadina presente in tante opere dell’autore - per sventare l'assassinio di Kennedy.

A parere di molti e per varie caratteristiche, questa si avvicina alla serie Lost, ma con la differenza che non c'è la possibilità dell'errore, e che quindi improvvisamente tutto può andare in malora. L'unica consolazione se dovesse verificarsi l’ultima ipotesi, è che avremo letto un altro splendido libro del famoso re del brivido!

Fonti:

Mondofox.it - Le riprese del nuovo IT iniziano quest'anno: Pennywise sta per tornare!

Mondofox.it - 5 curiosità su 22.11.63, la serie tratta dal libro di Stephen King

Wired - 22.11.63, ecco com’è la serie tv tratta dal libro di Stephen King

(articolo a cura di Katya Scarvaglieri)

Se vuoi collaborare con la Rubrica Letteraria del Club del Libro, segnalarci iniziative interessanti o semplicemente comunicare con noi, scrivici a:

Mail