Banner
Banner
Banner
Banner

Dieci libri anticonformisti sotto l’albero di Natale

E-mail Stampa PDF

Il Natale è ormai alle porte: quali libri mettere sotto l'albero? A ciascuno il suo, ma che siano libri originali e, magari, fuori dalle mode del momento. Il Club del Libro vi aiuta a sceglierli, proponendovi testi adatti a diverse personalità...

Libri sotto l'alberoAnche quest'anno sta arrivando, sembra ieri che eravate immersi nelle code ai negozi a tirare fuori la vostra carta di credito tra luci sbrilluccicose e raffigurazioni di quel vecchietto dalla barba bianca sempre sorridente che si fa trainare dalle renne, convincendo persino gli animalisti che è cosa buona e giusta. Sembra ieri che vagavate come disperati tutti intabarrati da un negozio all'altro, cercando il regalo migliore per il vostro partner, i vostri genitori, il cugino di trentesimo grado che non risponde mai al telefono, ma che il venticinque dicembre è sempre lì a scroccarvi il pranzo…

Anche quest'anno sta arrivando. Il Natale? Sì anche quello, ma in realtà stiamo parlando della sindrome compulsiva da regalo perfetto: quel complesso internazionale, figlio del consumismo, che porta a vagare da un luogo all'altro in cerca di un dono, che fa creare lunghe liste di persone a cui fare un regalo, che crea ansia, sudorazione, palpitazioni e una buona dose di crisi pre-ante-vigilia.

Quel complesso che porta talvolta ad azioni poco lecite, come il classico riciclo del regalo dell'anno precedente, quello che avete guardato con un fintissimo sorriso a cinquantacinque denti (vi siete comprati una dentiera da aggiungere alla vostra dentatura, per sembrare più credibili), esclamando un sonoro: - Magnifico ho sognato tutta la vita questo coso non meglio definito, che devo ancora capire cos'è, a cosa serve, ma che sicuramente mi sarà utile! -. Quel pacco, in tutti i sensi, che probabilmente è stato riciclato già nell'essere regalato a voi, e che passerà di mano in mano allo sfigato di turno, per molti Natali a venire.

Anche quest'anno, l'appello del Club del Libro è univoco: siate alternativi, regalate cultura. E, visto che la sindrome da regalo perfetto colpisce soprattutto i libri, e occorre azzeccare un testo che non sia stato già letto e che piaccia, vi aiutiamo noi a trovare il libro giusto per personalità di vario tipo, che possono gravitare attorno a voi.

Il/la sottomesso/a al narciso. Cosa regalare alla vostra amica che ha un compagno narciso, ma di un tale narcisismo che, se per caso incontrasse uno specchio, lo ritrovereste nudo a dedicarsi una poesia d'amore? Certamente Ho sposato un narciso, manuale di sopravvivenza per donne innamorate della psicologa e psicoterapeuta Umberta Telfner. Un testo non strettamente psicologico e molto divulgativo. Nonostante il sottotitolo, il regalo vale anche per i vostri amici maschi, forse più rari, che hanno compagne narcise. (E ai compagni narcisi che, mentre leggete queste righe, si stanno già sposando con il loro riflesso? Se fate un regalo ai loro partner non potete trascurarli, morirebbero a non vedersi riflessi nei vostri occhi e non stare al centro dell’attenzione. Andate sul classico, Il ritorno di Casanova di Arthur Schnitzler soddisferà sicuramente il loro ego.)

Il/la Workaholista. Cosa regalare a quell'amico che è sempre preso dal lavoro, a tal punto da esserne dipendente, che per un anno e più non siete riusciti a invitare per un'uscita perché sempre pieno di impegni? Se anche quest'anno vi siete convinti che le sue non siano scuse per evitarvi ma che sia effettivamente preso dal lavoro, regalategli Per dieci minuti di Chiara Gamberale. Un ottimo stimolo per uscire dalla propria Egoland e dedicare dieci minuti del proprio tempo a una cosa che non si è mai fatta nella vita... chissà, magari la prima potrebbe essere proprio uscire con voi!

Il fantasioso/la fantasiosa. Per la persona sognatrice e un po' fantasiosa non può mancare, per l'appunto, un bel fantasy, ma vi consigliamo di andare oltre i soliti vampiri luccicanti, ormai tremendamente demodé. Per chi non riesce a rinunciare a elfi, fate, maghi e orchi, è consigliato il primo capitolo de I libri di Dorpalan, I tre druidi del giovane pisano Stefano Tomei. Sappiate che però non ha ancora finito il secondo, quindi poi vi toccherà aspettare. Per chi al contrario voglia unire il fantasy alla comicità, si consiglia la saga di Darkwing, dello scrittore e fumettista Davide Cencini.

L’anticonformista. Per un anticonformista, uno che non le manda a dire, che è stufo di farsi caramellare il cuore da poeti, autori e scrittori che otterrebbero facilmente un posto a tempo indeterminato nella fabbrica di cioccolato di Willy Wonka con sede Italia (sì, proprio quella di Perugia), non può mancare Lo scopatore di anime (non fatevi fregar dall'apparenza del titolo, andate oltre) di Pablo T.

Il criminologo. Per un appassionato di storie di mafia, e che voglia conoscerla dall'interno, si consiglia la lettura di Trinacrime (la pronuncia è come si legge, senza suoni anglofoni) di Alessandro Vizzino, uscito da poco. Non è un romanzo criminale siciliano, ma la narrazione della vita di un pentito della mafia, della sua ascesa e caduta, senza condanne o perdoni da parte dell'autore.

Il precario/la precaria. Per l'amico precario, e qui forse avrete l'imbarazzo della scelta, è consigliato Il venditore di Bibbie, di un giovane talento, Flavio D. Lamb, che vi porterà nella lotta per la sopravvivenza nel mondo del lavoro, tra sotterfugi, app, inganni ed erotismo.

Il metropolitano. Per i parenti, compagni e amici che abbiano la passione per la discesa nell'underground che regna nelle vostre strade, che voglia comprendere fenomeni come la prostituzione e la malavita di città, azzeccato è sicuramente Domani non sarò qui di Giulio Messina.

Il femminista. Per gli amici femministi convinti (si usa volutamente e utopicamente il maschile), che abbiano già letto Una stanza tutta per sé della Wolf (pietra miliare immancabile per chi si consideri femminista), suggeriamo Caro Adamo di Carlo De La Ville Sur Illion. Non fatevi ingannare dal nome, è un napoletano doc. E un uomo che parla di donne, e della storia dell’emancipazione femminile dall’Unità d’Italia: fa respirare aria buona, in un'epoca come questa, traviata dal femminicidio,

Il bambino/la bambina. Andate di filastrocca, ma rinunciate al celeberrimo Rodari, premiando un autore che ha scelto la filastrocca come mezzo espressivo: Alberto Diamanti e il suo Il giocoliere di parole.

Il genitore fuggitivo. Siete genitori in difficile rapporto con i figli? Siete figli in difficile rapporto con i genitori. Allora non può mancare un romanzo che faccia riflettere, Padri imperfetti, dell’educatore familiare Alessandro Curti.

Libri sotto l'alberoI libri consigliati, per lo più, sono poco conosciuti, pubblicati da case editrici minori, rigorosamente free o auto-pubblicati. Si collocano fuori dalle mode già criticate nell'articolo sui lettori che fingono di aver letto un libro. Ed è stata una precisa scelta, perché se volete essere originali occorre promuovere l'originalità e i bei libri sconosciuti vanno promossi più di quelli che campano anche senza pubblicità.
Ce ne saranno sicuramente altri e di più belli, notissimi, noti e meno noti, ma non si finirebbe più la lista. Si potrà approfittare del forum per scatenare la fantasia, associando altri libri giusti alle personalità giuste – con un po’ di ironia, che nella vita aiuta tanto.

L’ultimo consiglio che si vuol dare è di puntare alle piccole librerie per scegliere i vostri regali culturali, quelle stesse che stanno chiudendo, ingoiate dai colossi spacciatori di cultura, quelle che faticano a sopravvivere alla crisi e imperterrite continuano a impiegare il loro lavoro nella diffusione della parola scritta.

Quest'anno, dunque, siate doppiamente anticonformisti: esiste sempre il libro giusto per la persona giusta ed esiste sempre una libreria da aiutare a sopravvivere alla crisi.

(articolo a cura di Giovanni Garufi Bozza)

Se vuoi collaborare con la Rubrica Letteraria del Club del Libro, segnalarci iniziative interessanti o semplicemente comunicare con noi, scrivici a:

Mail

Collegati o registrati per partecipare alle discussioni sul Forum o inviare un commento a questo articolo.

You are here: Rubrica Letteraria Dieci libri anticonformisti sotto l’albero di Natale