images/rubrica-letteraria/dentro-il-libro-ritratti-autore-mark-twain.jpg

Mark Twain è uno dei principali scrittori americani, noto soprattutto per il romanzo picaresco Le avventure di Huckleberry Finn, Libro del Mese di Maggio 2014. Pilota di battello, cercatore d'oro, infine reporter e scrittore, la sua produzione è spesso e volentieri autobiografica, sempre intrisa di fine umorismo e talvolta considerata piuttosto "scomoda"...

Mark TwainMark Twain (al secolo Samuel Langhorne Clemens) nasce in Florida nel 1835, sesto di sette figli, e quando ha solo quattro anni la famiglia si trasferisce ad Hannibal, cittadina fluviale che gli ispirerà la città immaginaria di St. Petersburg, ambientazione delle vicende di Tom Sawyer e Huckleberry Finn. Il Missouri, Stato in cui si trova Hannibal, abolirà la schiavitù solamente nel 1865, ponendo quindi lo scrittore già in tenera età di fronte alla questione dello schiavismo.
Dopo la morte del padre, avvenuta quando ha solamente 11 anni, Twain trova impiego presso una stamperia e, qualche anno dopo, inizia a scrivere articoli umoristici.
Appena diciottenne, Twain lascia Hannibal. Nel 1859 ottiene la licenza di pilota di battello ed esercita con passione la professione per alcuni anni. Le sue esperienze di navigazione sul Mississipi sarebbero diventate tema ricorrente delle sue opere e sono state raccolte, nel 1883, in Vita sul Mississipi. Proprio da qui nasce il suo pseudonimo: sembra, infatti, che Mark Twain derivi dal grido, nello slang della marineria americana, utilizzato per segnalare la profondità di sicurezza delle acque fluviali ("By the mark, twain!").
Nel 1863 ritorna al lavoro di giornalista e, interessato da tempo alla letteratura, comincia a scrivere novelle (la sua prima raccolta, Il ranocchio saltatore, è del 1865). Dopo la Guerra civile americana viaggia per tutta l'America e ne conosce i mille volti, si trasferisce in California dove diventa cercatore d'oro e minatore, per poi stabilirsi a San Francisco e lavorare definitivamente come reporter e scrittore. Negli anni seguenti visita le Hawaii, l'Italia, la Francia, la Palestina: Gli innocenti all'estero, suo secondo lavoro, è la cronaca del suo (deludente) viaggio in Italia.
Nel 1870 Mark Twain si sposa con Olivia Langdon e da lei avrà quattro figli, di cui solamente una gli sopravvivrà.
Twain è considerato uno fra i maggiori scrittori americani del suo tempo (e non solo) per il romanzo per ragazzi Le avventure di Tom Sawyer (1876) ed ancor più per il suo seguito, il romanzo picaresco Le avventure di Huckleberry Finn (1884), nostro Libro del Mese di Maggio 2014, in cui il connubio tra umorismo e critica sociale raggiunge vertici mai raggiunti prima dalla letteratura americana. Non a caso, secondo Ernest Hemingway tutta la letteratura americana moderna discende proprio da Huckleberry Finn.
Eppure la storia di questo orfanello che affronta un lungo viaggio lungo il fiume Missouri in zattera, accompagnato da uno schiavo nero, viene giudicato tutt'altro che un libro per ragazzi (soprattutto per il linguaggio "politicamente scorretto" e l'utilizzo del linguaggio colloquiale e dialettale) e venne perciò bandito da alcune biblioteche. Nel tempo, la celebrità di Huck, però, è stata tale che diversi sono stati i film tratti dal romanzo, così come un musical, una serie TV ed alcune serie anime.
Molto conosciuti sono anche il romanzo di "fantascienza umoristica" Un americano alla corte di re Artù, in cui un contemporaneo di Twain viaggia nel tempo ed introduce la tecnologia ai tempi di re Artù, e Il principe e il povero, racconto da cui i posteri pure hanno tratto notevole ispirazione, nel quale due bambini nati lo stesso giorno e molto somiglianti ma di differente estrazione sociale si scambiano i "ruoli". 
Copertina del libro "Huckleberry Finn" di Mark TwainLa carriera di Twain è costellata di lavori censurati o che non riescono a trovare pubblicazione, se non molti anni dopo la sua morte e, nell'ultimo periodo della sua vita, lo scrittore diventa pessimista e disilluso – contrariamente alla sua produzione sempre intrisa di umorismo – a causa di lutti familiari e di sfortuna negli affari.
Le sue posizione antimperialiste e l'impegno attivo nella American Anti-Imperialist League (di cui facevano parte, tra gli altri, Henry James, Ambrose Bierce, Edgar Lee Masters) lo portano progressivamente all'emarginazione, tanto che molti suoi scritti politici (tra cui Incidente nelle Filippine) sono pubblicati postumi, così come quelli antireligiosi (Lettere dalla Terra e Lo straniero misterioso). Fortemente anticlericale e massone, Twain prova però simpatia per alcune figure religiose come Giovanna d'Arco, di cui scrive la biografia – che ha sempre considerato come il suo miglior libro – con lo pseudonimo Sieur Louis de Conte.
Nel 1893 Twain viene presentato all'industriale Henry Rogers, che ne riorganizza le finanze, ed i due diventano stretti amici fino all'improvvisa morte di Rogers, nel 1909. Quello stesso anno, Twain scrive: «Sono arrivato con la cometa di Halley nel 1835. Tornerà l'anno prossimo e io me ne andrò con lei». Twain, durante la sua vita, aveva spesso ricordato di essere nato due settimane dopo il massimo avvicinamento alla Terra della cometa di Halley e sembra che davvero il destino del corpo celeste e dello scrittore fossero legati: il giorno successivo al passaggio della cometa di Halley nel 1910, Twain sarà stroncato da un infarto cardiaco. 
Viene sepolto nel Woodlawn National Cemetery, a 12 piedi di profondità, ovvero "due tese", la famosa profondità di sicurezza delle acque fluviali: "By the mark, twain!"...

(articolo a cura di Elisa Gelsomino)

Se vuoi collaborare con la Rubrica Letteraria del Club del Libro, segnalarci iniziative interessanti o semplicemente comunicare con noi, scrivici a:

Mail