Banner
Banner
Banner
Banner

Kymaera, un rischioso barlume di speranza nel mondo editoriale

E-mail Stampa PDF

Può apparire insolito dedicare un articolo alle case editrici, argomento che getta nel marasma di realtà editoriali le quali, tra pagamenti palesemente richiestiblandamente mascherati, si arrogano il diritto di portare avanti la cultura letteraria italiana. Ma la Kymaera, giovane e neonata casa editrice digitale free, ha le idee ben chiare e tanta voglia di farsi strada...

Logo della Casa Editrice digitale KymaeraSenza citare quelle a pagamento, è noto che di case editrici ce ne siano tante, se non troppe. La Fiera della Piccola e Media editoria che ogni anno si svolge a Roma ne è un esempio: centinaia di stand invadono il palazzo dei congressi della capitale, e sono solo la punta dell’iceberg delle realtà editoriali presenti sul territorio.
Così, potrebbe apparire inutile raccontare della nascita di una – l'ennesima – casa editrice, eppure lo si vuole fare lo stesso, data la sfida che tre ragazzi under trenta si sono posti, investendo in un mondo saturo come quello editoriale e proponendo una realtà che sfrutta l'on line e il suo pregio più grande: l'essere free e accessibile a chiunque (e noi de Il Club del Libro lo sappiamo bene...).
La notizia è apparsa sui social network in modo simpatico e coinvolgente, privo dei soliti banner pubblicitari che, con il loro lampeggiare e imporsi in tutti i siti e in tutti meandri della rete, provocano ormai una certa indifferenza. Così, si è voluta raccogliere qualche informazione in più.
«Dopo il master – afferma Annalisa Panesi, 29 anni, ideatrice del progetto – ho collaborato sia con privati che con case editrici nel ruolo di editor, di correttore di bozze e di consulente per gli e-book. Questa esperienza ha fatto crescere in me la volontà di impegnarmi in prima persona e di mettere in gioco la mia formazione e le mie capacità nella creazione di un progetto tutto mio. Da qui – prosegue – la scelta di dare vita ad una casa editrice digitale, basata sulle nuove possibilità di lettura che ci permette l’e-book reading».
Una doppia sfida, con doppio rischio: investire in un settore saturo e in un ambito, quello della lettura digitale, il quale, sebbene in espansione, fatica a far emergere gli stessi risultati di diffusione degli USA e di altri Paesi, maggiormente digitalizzati rispetto all'Italia.
La scommessa di Kymaera, dunque, è quella di entrare a poco a poco nel mercato degli e-book, rieditando in versione elettronica «testi rari del passato non ancora digitalizzati, valorizzando giovani scrittori, cercando partnership con case editrici del territorio non ancora approdate all’e-booking».   
Ebook tra i libriUna manna sia per gli aspiranti autori in erba, che a costo zero possono investire il loro talento, sia per i lettori amanti di testi che hanno perso il loro valore commerciale e che risultano introvabili in formato cartaceo – e dunque anche in digitale. Per quei lettori pendolari che amano portarsi a spasso nel loro lettore una biblioteca elettronica sempre disponibile e consultabile, e per quegli autori che non riescono a convincere il proprio editore a investire nell'e-book, ritrovandosi con un cartaceo spesso costoso e di difficile distribuzione, tra librerie refrattarie, prenotazioni e tempi di consegna biblici.
Collaborano a questo progetto Giulia Di Re, genovese di 24 anni, laureata in giornalismo culturale ed editoria, e sceneggiatrice di serie web (ottimo curriculum per i book-trailer) e Daniele Pollero, venticinquenne filosofo e scrittore savonese. Oltre ad essere casa editrice di e-book, Kymaera è anche service editoriale e digitale per redazioni e autori.
Se si volesse fare la media delle loro età, si scoprirebbe una casa editrice di ventisei anni. Una casa editrice addentrata nella rete, con una formula a costo zero per chi sceglie di rischiare con loro.
Chimera o azzardo? Tra il vecchio chiuso all'innovazione e il giovane che rischia investendo con l'innovazione, cosa scegliere? Tra case editrici che investono solo sulla pubblicazione digitale e un progetto che si muove a tutto tondo nella realtà virtuale e virale che offre la rete, su cosa investire il proprio tempo e le proprie risorse?
Ai lettori e agli autori il compito di dare una risposta, a questi giovani l'incarico di trovare dei prezzi per i loro prodotti che siano all'avanguardia con il libero mercato on line.

(articolo a cura di Giovanni Garufi Bozza)

Se vuoi collaborare con la Rubrica Letteraria del Club del Libro, segnalarci iniziative interessanti o semplicemente comunicare con noi, scrivici a:

Mail

Collegati o registrati per partecipare alle discussioni sul Forum o inviare un commento a questo articolo.

You are here: Rubrica Letteraria Kymaera, un rischioso barlume di speranza nel mondo editoriale