images/rubrica-letteraria/Christian-Mascheroni1.jpg

I partecipanti al sesto raduno nazionale de Il Club del Libro, svoltosi a Milano l'ultimo weekend di settembre, hanno avuto il piacere di incontrare Christian Mascheroni alla libreria Verso di Milano.

Una presentazione sui generis, affidata alle domande di chi ha letto Non avere paura dei libri (Hacca Edizioni), nostro Libro del Mese di Luglio 2017, e alla lista dei dodici libri che più hanno caratterizzato il suo percorso di lettore e che consiglierebbe, uno al mese, al nostro club.

Dodici titoli succulenti e particolari, che fanno il giro del mondo e percorrono, attraverso i generi più disparati – letteratura per l'infanzia, romanzi, racconti, poesia, graphic novel, diari – il Novecento.

Il vento tra i salici (trad. S. Di Mella, Rizzoli) di Kenneth Grahame

I protagonisti di questo classico, scritto nel 1908 da Grahame per il figlio, sono quattro animaletti: una talpa, un topo, un rospo, un tasso. Ma, come spesso capita nella letteratura per l'infanzia, i significati simbolici sono numerosi e tali da poter essere apprezzati anche e soprattutto dal lettore adulto.

Volo di notte di Antoine de Saint-Exupéry

Romanzo pubblicato oltre dieci anni prima del ben più celebre Piccolo Principe, in Volo di notte Antoine de Saint-Exupéry racconta di Fabien, aviatore che, in volo notturno sull'America Latina, resta senza carburante e contatto radio. Sa che non riuscirà ad arrivare a destinazione: cosa succederà?

Dio di illusioni (trad. I. Landolfi, Rizzoli) di Donna Tartt

Esordio della scrittrice statunitense, poi vincitrice del Premio Pulitzer con Il cardellino, Dio di illusioni si svolge in un ricco college del Vermont, dove un gruppo di ragazzi dalla vita sregolata, colpevoli di un crimine, si lascerà "sedurre" e condurre dall'insegnante di greco antico.

Il giardino dei Finzi-Contini (Feltrinelli) di Giorgio Bassani

Unico romanzo italiano in lista, il capolavoro di Bassani unisce emozioni private e storia pubblica: l'amore adolescenziale tra il narratore e Micol da un lato, la realtà della ricca borghesia ebraica ferrarese e le leggi razziali dall'altro.

Martin Eden (trad. S. Sacchini, Feltrinelli) di Jack London

Scritto in viaggio per mari tropicali a bordo dello Snark, il Martin Eden che dà il titolo al romanzo è personaggio di ispirazione autobiografica. Marinaio che lotta disperatamente per diventare uno scrittore, guidato anche dall'amore per Ruth, si accorgerà infine che non è tutto oro quello che luccica.

La buona terra (trad. A. Damiano, Mondadori) di Pearl S. Buck

Autrice tanto prolifica quanto dimenticata, Premio Nobel per la letteratura nel 1938, con La buona terra Pearl S. Buck ha raccontato le vicissitudini di una famiglia cinese di contadini, fornendo al contempo lo spaccato di un Paese allora – siamo negli anni Trenta – sconosciuto.

In un modo o nell'altro (Rizzoli) di Peter Cameron

Fuori catalogo in Italia ormai da tempo, l'esordio di Peter Cameron In un modo o nell'altro è una raccolta di sei racconti i cui protagonisti sono giovani di fronte alla fragilità, al declino, agli imprevedibili scossoni della vita.

L'amante (trad. L. Prato Caruso, Feltrinelli) di Marguerite Duras

"Presto fu tardi nella mia vita": uno degli incipit più potenti della letteratura novecentesca. La protagonista dell'Amante è una francese quindicenne che, nell'Indocina degli anni Trenta, intrattiene una relazione con un giovane miliardario cinese. Un racconto struggente, intimo e terribile, che affonda nella biografia dell'autrice.

Poesie d'amore e di lotta di Nazim Hikmet

Nazim Hikmet, poeta turco definito “rivoluzionario romantico”, ha sempre riunito in sé la cultura orientale e quella occidentale. Strenuo oppositore di Atatürk, oltre alle sue battaglie politiche ha saputo come pochi cantare l'amore e l'erotismo.

Colori proibiti (trad. M.G. Vienna, Feltrinelli) di Yukio Mishima

Misoginia, narcisismo, omosessualità sono i temi centrali di questo romanzo, che alla pubblicazione negli anni Cinquanta diede non poco scalpore. Shunsuke, anziano scrittore misogino, incontra Yuichi, bellissimo giovane che soggioga col proprio fascino donne e uomini, e lo trasforma nel suo strumento di vendetta.

Blankets (trad. C. Manzolelli, Rizzoli Lizard) di Craig Thompson

Un delicato graphic novel autobiografico, che parte dall'infanzia di Thompson in un isolato paese del Wisconsin per arrivare all'incontro col suo grande amore Raina e agli anni da adulto.

Una specie di solitudine (Feltrinelli) di John Cheever

Una specie di solitudine raccoglie i diari dell'autore statunitense, uno dei maestri della short story e figura complessa, piegata dalle sue fragilità e dall'alcolismo.

(articolo a cura di Elisa Gelsomino)

Se vuoi collaborare con la Rubrica Letteraria de Il Club del Libro, segnalarci iniziative interessanti o semplicemente comunicare con noi, scrivici a:

Mail