Martedì, 12 Novembre 2019

Rubrica letteraria | Attualità & Tempo libero

Associazione Italiana EditoriSecondo l'ultimo rapporto sullo stato dell'editoria in Italia dell'Associazione Italiana Editori, il 2012 è stato l'annus horribis. Si vendono meno libri e per lo più su internet, si traducono in lingua italiana meno opere straniere, le case editrici attive nel mercato sono sempre meno e con tirature sempre più basse, le librerie indipendenti non ce la fanno più. Certo, ci mancava solamente che agli editori si sostituisse la televisione: Masterpiece è iniziato, gli haters si sono scatenati ed una volta di più si ha la conferma di quanto i talent show siano lontani dalla realtà delle cose.

La Onlus Civiltà 2.0 - cambiamenti necessari, nata nel giugno 2011, è una realtà ormai divenuta importante e molto attiva nel territorio casertano. A questa associazione è stata data in gestione un'importante biblioteca a Santa Maria a Vico, finora privata ma che verrà presto aperta al pubblico...

Dopo la magnifica esperienza datata 29-30 settembre 2012, grazie alla quale gli iscritti del nostro Club poterono finalmente conoscersi di persona nell'affascinante cornice del capoluogo toscano, quest'anno il secondo raduno nazionale del Club del Libro si è svolto nella bella Bologna, nel weekend dal 28 al 29 settembre. Di seguito un breve riassunto della due giorni bolognese.

Portici di CartaCome vi avevamo anticipato la scorsa settimana, Fabio Geda ha partecipato alla settima edizione di Portici di Carta, manifestazione quest'anno dedicata a Beppe Fenoglio. Ed è proprio su Fenoglio che è incentrata questa riflessione su ciò che i Portici hanno significato per Geda: è lui stesso a parlare – questa volta non autore intervistato, ma redattore d'eccezione per il Club del Libro – e condividere con noi ciò che più ammira dello scrittore di Alba e ciò che più gli è rimasto nel cuore di questa esperienza.

Torino, anche quest'anno, si trasformerà nella libreria all'aperto più grande del mondo, grazie a Portici di Carta. Questo fine settimana avrà luogo, infatti, la settima edizione  dell'iniziativa, che vedrà le strade del centro città dar vita ad una libreria lunga due chilometri. Una fitta serie di eventi ed incontri con gli autori, che proseguirà anche per tutto il mese di ottobre.

Un evento dedicato ai libri si fa strada nel panorama italiano: parliamo del festival “Una marina di libri”, che si è tenuto dal 7 al 9 giugno a Palermo, riscuotendo un grande successo. Workshop, dibattiti serali, incontri speciali legati al mondo dell'infanzia, una tavola rotonda sul Premio Italo Calvino e molto altro ancora hanno, infatti, attirato oltre 15.000 visitatori da tutta Italia.

Salone del Libro di Torino - Ed. 2013Proprio a maggio, il "mese dei libri" ed il mese del Salone del Libro di Torino, l'Istat ha reso noto il report, relativo agli ultimi due anni, su produzione libraria e lettura in Italia. Le rilevazioni mostrano solo lo 0,7% di lettori in più ed il 9,4% di titoli pubblicati in meno. Due dati che paiono però essere smentiti dai risultati del Salone torinese, che ha ottenuto addirittura il 4% di accessi in più rispetto alla scorsa edizione.

Con l'arrivo della primavera ed il risveglio della natura noi del Club del Libro vogliamo parlarvi di una campagna nata nel 2011, creata appositamente in questo periodo dell'anno per sensibilizzare alla lettura e al risveglio di essa: Il Maggio dei Libri. Ma parleremo anche di un altro evento in cui i nostri cari libri sono protagonisti: Il Salone Internazionale del Libro di Torino.

25 Aprile - Festa della LiberazioneAnche quest'anno il Club del Libro dedica uno spazio alla giornata della Liberazione d'Italia dall'occupazione nazifascista, avvenuta proprio il 25 aprile a Milano e Torino. Una data che riporta alla mente non solo i partigiani che, con il supporto degli Alleati, liberarono il nostro Paese, ma anche la dittatura ventennale sotto il cui giogo è stata l'Italia e gli anni della guerra. Ma come ricordano e come raccontano queste vicende gli scrittori attraverso le loro penne? C'è chi racconta la sua storia in prima persona, chi racconta una storia fittizia nello sfondo di vicissitudini che la nostra terra ed il nostro popolo hanno realmente vissuto. La Rubrica Letteraria vi suggerisce cinque grandi classici da non perdere, per non dimenticare il nostro passato ed anzi imparare dalla nostra eredità.

Alessandro Baricco

E con quest'episodio volge definitivamente al termine la nostra attraversata in quella "certa idea di mondo", per lo meno letterario, che si è fatto il grande Maestro Baricco, dopo anni di studi, ricerche, ma soprattutto letture.
In quest'ultima occasione troviamo un'opera a metà tra poesia-prosa e canzone, con "Le scimmie sono inavvertitamente uscite dalla gabbia" di Dario Voltolini, l'opera storica relativa alla campagna di Russia con Napoleone a Mosca di Anka Muhlstein, si riscopre un autore italiano che per molti è sepolto sotto la polvere: Fenoglio, infine si conclude con l'autobiografia del padre dell'evoluzionismo.

Noi amanti della lettura siamo sempre a caccia di trame, recensioni e consigli che ci facciano scegliere al meglio un libro. Ci ritroviamo a leggere ciò che altri hanno provato leggendo un determinato libro... e ci capita di trovarci a leggere recensioni noiose e fin troppo altisonanti, magari scritte senza cuore, senza la vera passione che serve a darci l'input per iniziare una lettura con una marcia in più. E allora, come si fa? Noi del Club del Libro, con la nostra sezione Recensioni, abbiamo pensato ad una regola fondamentale alla quale i nostri utenti spesso si attengono più che volentieri: siate il più soggettivi possibile! Emozionatevi raccontando cosa vi è piaciuto (o non vi è piaciuto) di un libro. C'è anche chi ha pensato ad un'idea ancor più innovativa che, noi amanti della lettura, non possiamo far altro che apprezzare e applaudire. Ed ecco che, su questo grande campo d'azione che è Internet, è stato creato "Recensioni facciali", che abbiamo inserito tra i nostri siti consigliati e del quale adesso vi parleremo.

Alessandro BariccoPenultimo appuntamento di questo lungo viaggio. La barca sta ormai raggiungendo il porto e le fila del nostro discorso possono ormai essere ben tirate. In quest'episodio veleggiamo sul sentimento dell'amore per la patria in "La trilogia della città di K" di Agota Kristof, andiamo ad esplorare il male e la realtà misteriosa dei viventi con "2666" di Bolano e non ci facciamo mancare esemplari del genere letterario storico, che ormai abbiamo capito essere il genere preferito dalla nostra guida: in particolare, abbiamo un'opera sul nazismo e le sue origini con "Le origini culturali del terzo Reich" di George L. Mosse e un'opera che ci racconta, invece, l'avvento della modernità con la nascita del consumismo in tutte le sue forme, "L'impero irresistibile" di Victoria De Grazia.

Domani è San Valentino, ricorrenza tanto amata da alcuni, quanto odiata da altri. Le vetrine luccicano di cuoricini e cioccolatini ma noi, da lettori incalliti, non possiamo far altro che sconsigliarvi vivamente il solito mazzo di rose rosse o il solito profumo e suggerirvi, invece, qualche titolo di sicuro effetto sulla vostra dolce metà – o aspirante tale. Libri che parlano dell'amore sotto diverse sfaccettature e che, soprattutto se ricevuti in questo giorno particolare, fanno vibrare il cuore...

Questa è una domanda presente dall'inizio della storia, sin dall'invenzione della scrittura: l'uomo può essere obbiettivo? Ecco un breve excursus di ciò che alcuni grandi uomini hanno detto a riguardo, da Tucidide ed Erodoto fino ai più recenti Weber e Salvemini: tesi contrastanti, che portano però ad un'unica, forse prevedibile, conclusione...

Ci siamo, è quasi Natale. Il periodo più magico dell'anno è ormai alle porte: si respira un'aria diversa, ovunque aleggia un'atmosfera gioiosa, le luci per le strade e nelle case riscaldano il cuore, si fanno acquisti per donarli alle persone a noi più care. Proprio di regali di Natale vogliamo parlarvi: il quotidiano La Stampa ha stimato che gli italiani quest'anno compreranno più libri come regali di Natale, il 55% rispetto al 51% dello scorso anno. Però, come destreggiarsi? Noi del Club del Libro abbiamo girovagato come segugi per la rete, trovando iniziative e consigli da non perdere!

Continua la nostra avventura con la rubrica "Una certa idea di mondo" di Alessandro Baricco. In questo appuntamento, una nuova opera filosofica, che mette a confronto Leibniz e Spinosa ed il loro pensiero; un romanzo che racconta della prima notte di nozze di due giovani negli anni '60, che cercano di vincere i tabù ancora vigenti all'epoca; il "Dizionario del Diavolo", opera di acume, cinismo e humor, da tenere sempre sul comodino; infine, un Grande Maestro, Erodoto, e la sua grande opera: le "Storie".

Un nuovo appuntamento con la Rubrica "Una certa idea di mondo" di Alessandro Baricco, pubblicata nell'edizione domenicale di La Repubblica. Questa volta lo scrittore ci presenta un romanzo storico, considerato eccezione tra i libri del suo genere; un'opera storico-filosofica che ripercorre, trovandone il comune denominatore, il comportamento dei vinti, dalla guerra di Troia ad oggi; il saggio firmato Orwell nell'edizione di "Tempi difficili" di Dickens; per concludere, come di consueto, una biografia, quella del pittore Lars Hertervig.

Raduno Firenze Club del LibroCaro diario, lo scorso weekend (29 e 30 settembre) è successo qualcosa che ha soppiantato, nei miei pensieri ed in quelli degli altri iscritti al Club del Libro, l'interesse per classifiche di best seller e nuove uscite in libreria: il nostro primo raduno nazionale!
Di un raduno CdL se ne parlava sul Forum ormai da tempo immemore, perciò quando il nostro admin Guido, nel mese di febbraio, ha cominciato a raccogliere le prime adesioni, abbiamo subito iniziato il conto alla rovescia! E' ormai dal lontano aprile 2010 che faccio parte del CdL; in tutto questo tempo, ho condiviso non solo letture, ma anche e soprattutto pensieri, emozioni e un po' di me… ed ora finalmente è giunto il momento di andare a Firenze a conoscere personalmente tutti quegli amici!

29 SETTEMBRE 2012

Ore 8.02: parte il Frecciarossa Torino-Firenze, con a bordo zia Betty e la sua famigliola. Negli scorsi mesi ho caricato questo evento di talmente tante aspettative che ora inizia un po' di ansia: e se i CdLini di persona sono antipatici? E se sono io invece a star antipatica a loro? E se non mi diverto? E se, e se, e se…

Questa settimana la Rubrica Letteraria analizza gli sport che hanno fatto la storia del nostro Paese nel secolo scorso, i suoi protagonisti e l'impatto sulla società ed i costumi, attraverso quattro interessanti letture. Il ciclismo è stato lo sport più seguito nella prima metà del XX secolo, quando grandi campioni come Girardengo, Bartali e Coppi erano il simbolo e la speranza di una nazione che cambiava; e poi il calcio, che la fa da padrone sin dagli anni Sessanta e che ha fatto sognare gli italiani con i successi delle proprie squadre del cuore ma soprattutto degli Azzurri. Per finire, le Olimpiadi di Londra, che hanno invece segnato, nel bene e nel male, questa estate 2012…

Ormai superata la metà della nostra attraversata, ci ritroviamo nuovamente dopo le vacanze estive in questo nostro ottavo appuntamento con "Una certa idea di mondo". Baricco prosegue nella sua rubrica proponendoci libri ancora una volta molto diversi tra loro: si va nella Napoli del 1943 di Curzio Malaparte e poi indietro nel tempo fino al XVII secolo con Cartesio, si conosce il pianista Glenn Gloud e si riscopre il classico "Colazione da Tiffany".

Ultimi commenti